venerdì 22 gennaio 2021

Detox o no?

Durante le festività ho trascorso un bel po' di tempo sul web, spulciando ricette, scrivendo o semplicemente cazzeggiando, come pigro passatempo tra un pasto e l'altro. Quel che è certo è che ho mangiato troppo abbondantemente e, talvolta, troppo pesante, senza compensare con una adeguata attività fisica. Il risultato è che ora, come mi succede ogni anno, sento la necessità di un'alimentazione più leggera. Fino allo scorso anno avrei detto di aver bisogno di un po' di regime alimentare detox ma adesso, scoperta recentissima, sembra che l'alimentazione detox non esista!
E ora come faccio??? 😱😱😱
A parte gli scherzi, credo che riuscire ad ascoltare le necessità del proprio organismo possa essere un buon punto di partenza per mangiare bene, con gusto, senza strafare. Almeno per evitare di svegliarmi nel cuore della notte con la sensazione di un ippopotamo sullo stomaco o con una fame da terzo mondo!

Ultimamente mi sto divertendo con nuovi abbinamenti e questa insalata mi è piaciuta particolarmente: coloratissima e gustosa, mette di buon umore al solo guardarla!
Io l'ho servita come contorno al cappone arrosto: il suo gusto dolce e acidulo si sposa perfettamente. Però può costituire un validissimo secondo piatto se arrichita da ricotta, formaggio primosale o del semplice pesce al vapore.
Quindi buon detox a tutti!....o no?😁

 


INSALATA di SPINACINI, ARANCE e PINOLI 

Ingredienti:
Spinacini freschi 
Arancia biologica 
Pinoli 
Olio evo 
Sale 
Pepe nero 

Lavare gli spinacini sotto acqua corrente e scolarli bene. 
Lavare anche l'arancia e affettarla non troppo sottile. 
Scaldare un padellino antiaderente e far tostare i pinoli per un paio di minuti. 
Disporre in un piatto o in una ciotola le fette di arancia, gli spinacini e cospargere con i pinoli tostati. Condire con olio evo, sale e una macinata di pepe nero. Non c'è necessità di aggiungere aceto perché basta l'acidità dell'arancia.
Servire in accompagnamento a carne arrosto oppure, aggiungendo primosale, ricotta o raveggiolo, come seconda piatto leggero. 
Buon appetito! 
 
 
N.B.: Le dosi sono, naturalmente a discrezione del consumatore anche se io calcolo un'arancia a testa, se la uso come secondo piatto, mezza arancia a testa, in caso sia il contorno.

 

mercoledì 6 gennaio 2021

Befana 2021

E' in arrivo l'ultima delle festività natalizie: la Befana! Noi concludiamo in bellezza con dei burrosissimi biscottini, almeno ce li gusteremo prima dell'inevitabile consegna di calze piene di dolciumi che ci piomberanno in casa!
Ricordano tanto i biscotti danesi nella scatola di latta: io li trovo irresistibili! Uno tira l'altro! 





BISCOTTI DIAMANTI
 
Ingredienti:
100 g di burro
560 g di zucchero a velo
130 g farina 00
vanillina
un pizzico di sale
un uovo
zucchero semolato (bianco o di canna, a piacere)


Tagliare il burro freddo a cubetti e lavorarlo velocemente con lo zucchero a velo. Aggiungere la farina, la vanillina e il sale e amalgamare il tutto a mano. Formare dei cilindri di impasto di circa 4 cm di diametro e avvolgerli nella pellicola per alimenti. Lasciare riposare un paio di ore in freezer.
Sbattere l'uovo in una ciotolina e usarlo per spennellare i filoncini di impasto ancora freddi di congelatore. Affettare i filoncini con un coltello a lama piatta a fette di circa 1 cm di spessore e passare l'esterno, imbevuto di uovo, nello zucchero semolato in modo che ci resti appiccicato.
Cuocere in forno preriscaldato a 170°C per 15 minuti, lasciando un piccolo spiraglio aperto.
Sfornare e lasciare raffreddare completamente prima di servire per accompagnare una buona tazza di thè o una golosa cioccolata calda.
Buon appetito!



sabato 2 gennaio 2021

Benvenuto 2021

 Ammettiamolo: tutti non vedevamo l'ora che il 2020 finisse, con tutte le sue difficoltà sanitarie, economiche, sociali. Per molti un anno da dimenticare. Eppure non saremmo ciò che siamo adesso senza i nostri personali trascorsi. Migliori o peggiori? Non lo so. Dipende, credo, dall'indole della persona. Perchè, come al solito, c'è chi cerca di adoperarsi in ogni modo per il bene comune e chi non fa altro che scagliarsi contro il prossimo; chi urla come un cane rabbioso e chi sussurra verità inascoltate. Una continua dicotomia della natura dell'essere umano.
Non so cosa aspettarmi da questo nuovo anno. Francamente non credo che la situazione si risolverà magicamente in una notte di baldoria, ma avere la prospettiva di un miglioramento della situazione generale mi basta. Per il resto, diciamo la verità, non mi manca nulla di veramente importante.
Vorrei trascorrere di nuovo del tempo coi miei amici, vorrei leggere di più e fare più attività fisica, vorrei tornare a viaggiare e, naturalmente, vorrei che questo anno sia pieno di buon cibo!

Tanto per iniziare con il piede giusto questo 2021 propongo un piatto di pesce tanto semplice quanto gustoso. Provatelo, non ve ne pentirete!



BACCALA' CON PORRI E OLIVE

Ingredienti (per 3 persone):
700-800 g baccalà sotto sale
2 grossi porri
olive nere (per me cotte al forno)
vino bianco
1 spicchio d'aglio
olio evo
pepe nero
sale
 
Mettere in ammollo il baccalà in acqua fredda per circa 2 giorni, cambiando l'acqua almeno 3 volte al giorno, così da eliminare tutto il sale in eccesso.
Una volta che il baccalà è stato dissalato asciugarlo bene e tagliarlo a tranci (o a bocconcini, secondo il proprio gusto) mantenendo comunque la pelle.
Pulire i porri e poi tagliarli a rondelle non troppo sottili. In un capiente tegame a fondo piatto rosolare i porri con uno spicchio d'aglio sbucciato e schiacciato e una quantità di olio evo tale da ungere bene il fondo del tegame. Dopo alcuni minuti di cottura a fiamma vivace, per evitare che i porri brucino, aggiungere mezzo bicchiere d'acqua e far proseguire la cottura a fiamma più bassa. Quando i porri saranno ben cotti e morbidi toglierli dal tegame, mantenendo il fondo di cottura, e tenerli in caldo. A questo punto alzare la fiamma e poggiare i pezzi di baccalà nel tegame, dalla parte della pelle. Dopo un paio di minuti aggiungere le olive (quantitativo a piacere) e sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco secco. Una volta che tutto l'alcool è evaporato abbassare la fiamma e rimettere i porri nel tegame. Lasciare cuocere con il coperchio ancora una decina di minuti in modo che i sapori si amalgamino. Aggiustare di sale e pepe.
Servire caldo con tanto pane!
Buon appetito!