lunedì 28 settembre 2020

Il risotto gourmet

 Mi è stato proposto di partecipare ad una rubrica a tema "i risotti gourmet". In linea generale non sono una grande appassionata di risotti: mi piacciono ma li cucino poco, non so nemmeno io il perchè. Però non volevo perdere l'occasione di mettermi alla prova e cucinare qualcosa che non fosse solo buono ma anche bello da vedere.
Ispirandomi ad una ricetta di Marco Bianchi, adattandola ai miei gusti, alla fine ho optato per degli ingredienti molto semplici, anzi, poveri, per insaporire il mio risotto: cipolla e rosmarino, tutto dell'orto di mio suocero. Niente burro ma del buon olio evo locale, che trovo più adatto per un risotto dal retrogusto marino e basta....non ho avuto bisogno di molto altro!
Mi sono messa al lavoro e il risultato è stato ben al di sopra delle mie aspettative. Un risotto morbido e profumato, dal gusto delicato, con la dolcezza della cipolla stufata, il tocco di bottarga a dare personalità e il rosmarino che "pulisce" la bocca. provatelo e mi saprete dire!


RISOTTO con CIPOLLA, ROSMARINO e BOTTARGA

Ingredienti (per 3 persone):

300 g riso carnaroli
1 cipolla bianca
circa 750 ml di fumetto di pesce (o brodo vegetale)
2-3 rametti di rosmarino
bottarga di tonno
olio evo
sale

Scaldare il fumetto di pesce (o il brodo) fino quasi all'ebollizione e mantenerlo in caldo. Nel frattempo sbucciare e tritare finemente la cipolla; farla appassire dolcemente in una padella insieme ad un paio di cucchiai di olio evo. Aggiungere qualche cucchiaio di acqua appena inizia a brunire, per non farla bruciare. Quando è ben morbida e trasparente spengere il fuoco e tenere da parte. In un tegame a bordi alti scaldare 2-3 cucchiai di olio evo. Tostare il riso per un paio di minuti nell'olio caldo, girando spesso, poi abbassare la fiamma al minimo, aggiungere la cipolla e iniziare ad aggiungere il fumetto caldo, un mestolo alla volta e girando spesso il riso. Aggiustare di sale. Mentre il riso cuoce, lavare e asciugare i rametti di rosmarino e in seguito tritarne finemente gli aghetti.
Quando il riso è quasi cotto (occorreranno circa 15-20 minuti) aggiungere il rosmarino tritato e mescolare. A fine cottura mantecare il risotto con un giro abbondante di olio evo, impiattare subito e spolverizzare con abbondante bottarga.
Buon appetito!
 

 

mercoledì 23 settembre 2020

La torta di Lizard

Tra le migliaia di cose che ignoravo riguardo l'avere figli ci sono anche le ossessioni. Non mie. Del nano. Non ci avrei creduto se non lo avessi visto coi miei occhi ma i bambini riescono a prendere delle fissazioni incredibili.
Noi siamo nel bel mezzo di un viscerale amore/fissazione/ossessione o come la si vuol chiamare, per Spiderman. Non so perché al piccolo maschio alfa è presa così, ma da qualche mese ha sviluppato un'attrazione morbosa per qualunque cosa esibisca l'immagine del suddetto supereroe in calzamaglia rossa e blu. E a giudicare dal merchandising disponibile sul mercato non è il solo.
Ecco quindi che, per il quieto vivere e per non sembrare genitori troppo integralisti, ci siamo muniti di: T-shirt di Spiderman, ciabattine di Spiderman, scarpe di Spiderman, costume di Spiderman, zainetto di Spiderman, telo mare di Spiderman, accappatoio di Spiderman, secchiello di Spiderman, braccioli di Spiderman, oltre ad una nutrita collezione di action figure e pupazzi di Spiderman che spaziano da dimensioni lillipuziane a grandezza naturale (quasi).
Il lato positivo è che questa colossale ammirazione può essere sfruttata a nostro vantaggio. 
Non vuole lavarsi le mani? "Ma lo sai che Spiderman si lava sempre le mani prima di pranzo?"
Non si vuole mettere le scarpe? "Guarda che Spiderman non va a giro scalzo!"
Non vuole mangiare le verdure? "Ti preparo la torta di Lizard, uno degli acerrimi nemici di Spiderman! Così tu la mangi e sconfiggi i cattivi!"
Non che abbia problemi a far mangiare le verdure al piccolo maschio alfa ma la voracità con cui ha addentato questa torta salata mi fa pensare che il giochetto abbia funzionato!
Perche proprio Lizard? Perche è verde, con il camice bianco e la lingua rossa: i colori degli ingredienti!
Per il resto può sembrare una banale torta salata ma l'aggiunta della pancetta le dá tutto un altro sprint!



TORTA SALATA con RICOTTA, SPINACI e PANCETTA

Ingredienti: 

500 g spinaci lessati
250 g ricotta 
100 g pancetta stagionata
2 uova 
1 spicchio d'aglio 
1 pasta sfoglia 
Olio evo 
Sale 

Preriscaldare il forno a 200°C.
In una padella far scaldare lo spicchio d'aglio sbucciato e schiacciato con 3-4 cucchiai di olio evo e la pancetta tagliata a cubetti piccoli. Quando il tutto inizia a sfrigolare aggiungere anche gli spinaci ben strizzati dall'acqua di cottura e far saltare tutto per alcuni minuti. Spengere il fuoco e lasciare raffreddare un po'. In una terrina mescolare insieme gli spinaci saltati, la ricotta e le due uova fino a che tutto non è ben amalgamato. Aggiustare di sale.
Foderare una teglia da crostata di circa 26 cm di diametro con la pasta sfoglia ancora adagiata nella sua carta da forno e versare all'interno il composto di spinaci. Richiudere i bordi della pasta sfoglia verso l'interno e infornare per circa mezz'ora (la pasta sfoglia deve essere ben cotta e dorata). Un consiglio: porre la teglia piuttosto in basso nel forno. In questo modo la pasta sfoglia cuoce bene sul fondo anche se il ripieno è abbastanza umido e la parte superiore non si asciugherà troppo.
Sfornare e lasciare raffreddare copletamente prima di servire.
Buon appetito!

N.B.1: Si puo sostituire la pancetta stagionata con la stessa quantita di prosciutto cotto o con una salsiccia fresca secondo il proprio gusto.
N.B.2: Oltre agli spinaci gia lessati si possono usare sia spinaci freschi che surgelati purche, in entrambi i casi, vangano prima sbollentati per 5 minuti in acqua.