mercoledì 31 marzo 2021

Un gustoso riciclo (polpette di verdure)

 A volte ci applichiamo davvero tanto per trovare nuove ricette e abbinamenti, ci lanciamo in improbabili voli pindarici gastronomici e poi, alla fine, le cose che più ci stupiscono sono talmente semplici da essere quasi banali.
E' il caso di queste polpette, nate per caso dalla necessità di riciclare della verdura al vapore che nessuno aveva più voglia di mangiare. Nessuna premeditazione, nessun impiattamento elegante, solo la necessità di una mamma stremata di non sprecare cibo e di far mangiare le verdure anche al resto della famiglia. E che diamine se ci sono riuscita!
Partiamo dal presupposto che le polpette rappresentano sempre, e dico sempre, un'attrattiva irresistibile a qualsiasi età: sono poco impegnative, facili da mangiare, sfiziose. Se mangi una polpetta a base di verdura non sembra nemmeno di mangiare gli odiati vegetali!
Inoltre sono leggere perchè cotte al forno. Oddio, si possono anche friggere e sono sicura che sarebbero ancora più buone, anche se ancora non ho provato.
Insomma, con questo stratagemma sono riuscita a circuire i miei maschi alfa che si sono lanciati sul vassoio come dei lupi  e alla fine si sono leccati pure le orecchie!

 


POLPETTE DI VERDURE 

 
Ingredienti (per 15 polpette circa):
500 g di verdure cotte al vapore o bollite (carote, patate, zucchine, broccoli, cavolfiore...)
100 g circa di parmigiano grattugiato (o grana o pecorino romano)
polvere per curry
1 uovo
pangrattato
semi vari (sesamo, papavero, lino)
sale
olio evo
 
Schiacciare bene le verdure fino a ridurle ad una sorta di grossolana purea. Unire l'uovo e il parmigiano grattugiato e amalgamare il tutto. Aggiungere mezzo cucchiaino di curry in polvere e aggiustare di sale.
Se il composto dovesse risultare troppo morbido e appiccicoso aggiungere del pangrattato fino a che non diventa "polpettabile" (un paio di cucchiai). Il composto sarà comunque piuttosto morbido: in cottura l'uovo farà rapprendere il tutto e si otterranno polpette morbide ma ben formate.
Con le mani bagnate formare le polpette delle dimensioni di una noce e passarle in un mix di pangrattato e semi vari (quantitativo a piacere).
Poggiare le polpette su una teglia rivestita di carta forno, salare in superficie e irrorare con un filo di olio, meglio ancora se avete l'erogatore spray di olio.
Infornare a 180°C per 20-25 minuti in modo che si forma una bella crosticina dorata.
Sfornare e servire calde o a temperatura ambiente, a piacere.
Buon appetito!

N.B.: questa preparazione è ottima anche per recuperare le verdure del brodo che altrimenti nessuno si fila!

2 commenti:

  1. Adoro le verdure e queste polpette sono una meraviglia!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Jeggy che bello sentirti, ma come vedi latito anche io, chiusa nel mio guscio... con le polpette sfondi una porta aperta perché mi piacciono sempre e comunque! Buona Pasqua anche voi, un abbraccio grande :)

    RispondiElimina