venerdì 16 settembre 2011

Domenica dolce domenica

Siamo ufficialmente rientrati nella routine quotidiana o, per meglio dire, in quella settimanale. Tradizionalmente la domenica è dedicata all'attivita ludico-ricreativa preferita della mia dolce metà: il calcio, sia esso giocato o semplicemente da guardare in tv al rientro dalla fase "giocato". Bene...A me il calcio non piace. Per niente. Mi appassiono a tutti gli sport di questo mondo: tennis, basket, pallavolo, nuoto, pattinaggio, atletica etc. etc. ma con il calcio non ce la faccio proprio. Ciò ha comportato il raggiungimento di un compromesso, frutto di anni e anni di calcistiche accuse e recriminazioni: quando lui gioca (evento ormai sempre più raro vista la sua naturale propensione agli infortuni) io non sono tenuta ad assistere; in compenso, a casa lui si può praticamente sorbirsi tutto il calcio televisivo senza che io abbia il minimo controllo sul telecomando. Per fortuna io ho i miei libri, il mio pc e la mia innata capacità di escludere i rumori molesti!
Il succo di tutto questo è che domenica pomeriggio mi sono ritrovata a casa da sola e, dopo aver sbrigato le faccende casalinghe, ho pensato bene di premiarmi con un semplice dolcino monoporzione, che però non avevo mai provato.
Per la verità ero partita con l'idea di preparare delle pesche al vino poi, per quell'ultima pesca ho pensato ad una fine più epica: il crumble! E mi ha stupita! Semplicissimo da preparare, esalta il sapore della frutta all'ennesima potenza. Sarà che le pesche sono il mio frutto preferito, sarà che avevo proprio bisogno di quella puntina alcolica, fatto sta che mi è piaciuto un sacco!
Io mi sono adagiata sul divano, con il sole che entrava dalla finestra aperta e l'ho gustato durante la visione di un filmetto da donnicciole. Aaaaaahhhhhhh!!! Forse non tutto il calcio vien per nuocere!


CRUMBLE di PESCHE al GRECALE

 
Ingredienti (monoporzione):
1 pesca gialla
1 bicchierino Grecale
3 cucchiai farina
1 cucchiaio zucchero
30 g burro
5 mandorle spellate

Sbucciare la pesca e tagliarla a dadi (non deve essere troppo matura altrimenti si spappola), poi farla marinare almeno un'ora nel Grecale.
Preparare le briciole per il crumble: impastare con la punta delle dita il burro freddo, lo zucchero e la farina. Dato che avanzavano alcune mandorle, le ho spezzettate grossolanamente e le ho aggiunte alle briciole per dare un tocco croccante. Poi si sa che pesche e mandorle sono un ottimo abbinamento! Trascorso il tempo di marinatura scolare le pesche e adagiarle in una pirofilina da forno monoporzione, preventivamente imburrata. Distribuire uniformemente le briciole sopra le pesche fino a coprirle completamente. Infornare a 180° C per 25-30 minuti (o comunque fino a che la superficie non è leggermente brunita). Sfornare, lasciare intiepidire e servire. Probabilmente accompagnato da panna montata o gelato alla vaniglia sarebbe stato ancora più godurioso. Peccato non ne avessi in casa. Magari la prossima volta!

Crumble di pesche al Grecale


N.B. Il Grecale in cui sono state marinate le pesche può essere utilizzato come accompagnamento del crumble: è deliziosamente aromatizzato alla pesca!
Buon appetito!

5 commenti:

  1. Mi sembra di rivedere me in quello che hai scritto...ihihih!
    Proverò anch'io con questa buonissima crumble.
    baci e buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. Ringrazio Dio che la mia dolce metà non ama il calcio! In compenso devo spesso assistere a giochi di ruolo tra spade e costumi!
    La prossima volta lo appendo e mi preparo un bel dolcino come questo!

    RispondiElimina
  3. Ottima idea rimediare con un bel dolcino!!! sembra delizioso!!!

    RispondiElimina
  4. La cosa buffa è che mi piace sia l'idea del dolce che quella teglia azzurra,perfetta per una cottura da crumble ^-*

    RispondiElimina
  5. Facciamo una porzione di ravioli per una di crumble? Buona settimana a presto!
    Carla Emilia

    RispondiElimina