mercoledì 14 settembre 2011

American beauty



Tu vuo fa l'americano
mmericano! mmericano!
ma si nato in Italy!
siente a mme
non ce sta' niente a ffa
o kay, napolitan!
Tu vuò fa l'american!
Tu vuò fa l'american!

Non sono originaria di Napoli, né tanto meno degli States. Anzi, a volerla dire tutta non ci sono nemmeno mai stata in America. E allora posso farci? Io mica mi lascio scoraggiare e, almeno in cucina, sento di essere senza frontiere e posso andare dove mi pare in qualunque momento. Così, quando io e l'uomo di casa abbiamo voglia di qualcosa di grasso, sugnoso e inutilmente ipercalorico, rivolgo il mio sguardo oltreoceano e mi lascio ispirare. Ora che le temperature sono leggermente diminuite e di insalate non se ne può più, ho sentito la necessità di incrementare i rotolini di ciccia sul nostro punto vita e ho preparato il famigerato Club sandwich.
Un po' di storia, perchè io sono curiosa e mi piace sapere da dove nascono le tradizioni e soprattutto i piatti tradizionali!
Il Club sandwich nasce nel 19esimo secolo ma esistono versioni contrastanti sulla sua invenzione: c'è chi dice che è nato negli scompartimenti ferrroviari dei treni che percorrevano l'East Coast degli Stati Uniti, per rifocillare i viaggiatori durante i lunghi tragitti; chi invece sostiene che esso sia stato inventato per i ricchi signori di New York che non volevano abbandonare i tavoli da gioco nemmeno durante i pasti. Non a caso il nome completo del panino è ClubHouse Sandwich, probabilmente proprio perché veniva ampiamente consumato negli esclusivi Country Club.
Quale che sia la verità, il risultato è un panino succulento e godurioso a cui non si può dire di no. Accompagnato da una bella birra fresca e da patatine fritte è un ottimo antistress! Se poi lo si consuma in buona compagnia sul divano manca solo la fantozziana opzione del "rutto libero" per sentirsi in pace col mondo!

Club sandwich


CLUB SANDWICH


Ingredienti (per 4 tramezzini):
3 fette di pane da tramezzino rettangolari e senza crosta
12 fettine di pancetta tesa
150 g petto di pollo arrosto a fette
4 fette sottili di formaggio (tipo Edamer)
2 pomodori
3 foglie di insalata
burro
maionese
senape

Tagliare a metà le fette di pane e imburrarle. Farle tostare in forno preriscaldato fino a che non sono dorate (le mie, in questo caso, si sono tostate troppo ed erano molto croccanti). Scaldare a fiamma alta una padella antiaderente e grigliare leggermente il pollo (occorrerà più o meno tempo secondo lo spessore delle fette) e a seguire la pancetta fino a che non diventa croccante. Nel frattempo lavare l'insalata e tagliare il pomodoro a fette più possibile sottili. In una ciotolina mescolare 2 cucchiai abbondanti di maionese e uno di senape. Con la salsa ottenuta spalmare le fette di pane tostato.
Assemblaggio del panino: spalmare la salsa ottenuta su una fetta di pane tostato e poggiarvi sopra una fetta di formaggio, una foglia di insalata, alcune fette di pomodoro e il pollo. Coprire con una seconda fetta di pane tostato sempre spalmata di salsa e ricominciare: formaggio, pomodoro, insalata, pancetta. Coprire con la terza fetta di pane (precedentemente spalmata di salsa) e bloccare tutto con 2 stuzzicadenti in diagonale. Tagliare il tramezzino ottenuto trasversalmente così da ottenere due triangoli. Ripetere le operazioni con il secondo sandwich.
Come decorazione sullo stuzzicadenti si possono infilzare olive, cetriolini o cipolline sott'aceto, ma figuriamoci se il maschio può tollerare anche solo uno di questi inutili vegetali!
Buon appetito!

Club Sandwich


Con questa ricetta non posso esimermi dal partecipare al contest di Cocogianni  per la sezione "panini caldi".

3 commenti:

  1. è veramente squisito questo tuo club sandwixh, io non ne conoscevo la storia per cui ti ringrazio per avermela fatta conoscere. baci

    RispondiElimina
  2. Beh in effetti con un sanwich come questo si ritrova proprio la pace dei sensi! Fantastico! I miei già presenti rotolini gradirebbero compagnia!

    RispondiElimina
  3. Sarà anche inflazionato ma ... che bbuoonooo.
    Brava Jeggy
    Se ti va ti aspetto con altre idee
    Abbracci

    RispondiElimina