mercoledì 16 novembre 2011

Il sapore della semplicità

Siamo perennemente alla ricerca del nuovo, costantemente proiettati in avanti, verso l'evoluzione (o la rivoluzione?) che a volte ci dimentichiamo di ricordare. Invece è salutare fermarsi ogni tanto e guardare intorno, a volte anche indietro: si possono riscoprire delle meraviglie che non riuscivamo più a vedere pur avendole sotto gli occhi.
Quando mi sono imbattuta nei primi broccoli della stagione è stato amore a prima vista. La loro fine può apparire scontata ma il risultato è inarrivabile, secondo i miei gusti.
Io credo che nella semplicità di un piatto di orecchiette ai broccoli sia racchiusa l'essenza della cucina italiana e la vera rivoluzione è rappresentata dall'eccellenza delle materie prime di stagione. Così, per questo piatto, ho usato la pasta Benedetto Cavalieri, gentilmente inviatami da Atmosfera Italiana, i broccoli e l'aglio acquistati direttamente dal fido contadino al mio mercatino biologico preferito (che a livello di sapore non hanno niente a che vedere con quelli della grande distribuzione), il peperoncino colto direttamente dall'orto e un buon pecorino sardo. Tanto per ricordarmi che i grandi classici non passano mai di moda e sono molto apprezzati anche dal maschio alfa!

Orecchiette ai broccoli piccanti


ORECCHIETTE ai BROCCOLI PICCANTI

Ingredienti (per 3 persone):
250 g orecchiette Benedetto Cavalieri
300 g broccoli con le foglie
2 spicchi aglio
2 filetti di acciughe sott'olio
mezzo peperoncino fresco
Pecorino sardo semistagionato, 
olio evo
sale

Lavare i broccoli e separarli dalle foglie. Lessare le foglie in acqua bollente salata, insieme ad una punta di cucchiaio di bicarbonato, per circa 15 minuti, poi scolarle. Cuocere i broccoli a vapore per una decina di minuti. In una padella far soffriggere un paio di cucchiai di olio evo con i filetti di acciughe, il peperoncino a pezzi e gli spicchi di aglio sbucciati e schiacciati. Appena i filetti di acciuga si sono disfatti nell'olio aggiungere i broccoli e le foglie lesse spezzettati. Salare leggermente e lasciare insaporire alcuni minuti a fiamma vivace. A parte lessare le orecchiette in acqua bollente salata, scolarle al dente, poi aggiungerle ai broccoli. Mescolare bene tutto, far insaporire e servire con abbondante pecorino grattugiato.
Sarà che le orecchiette sono uno dei formati di pasta che preferisco, sarà che un condimento così semplice e rustico mi fa venire in mente casolari di campagna con focolari accesi e circondati da cipressi, ma ho avuto l'impressione di gustare una delizia d'altri tempi.
Buon appetito!


15 commenti:

  1. Jeggy hai proprio ragione certi sapori sono superiori e non si scordano mai anzi ogni volta è un piacere riscoprirli.
    Baci

    RispondiElimina
  2. hai ragione sui classici non ci deludono mai e ci danno un senso di appartenenza. che simpatica la decorazione con il peperoncino

    RispondiElimina
  3. con il freddo che sento in questi giorni ho proprio bisogno di un pò di piccante! w i piatti robusti che scaldano!

    RispondiElimina
  4. E' la 2° pasta orecchiette ai broccoli che evdo oggi!!!ma che bontà!!!!!! baci e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  5. un piatto di corpo che da sempre un ottimo risultato
    mmmmmm
    ;-)))Carla

    RispondiElimina
  6. Sono d'accordo: c'è una forte tendenza a rinnovare, stupire, inventare, creare che spesso i sapori veri, semplici, genuini, vengono ritenuti superati.
    Invece, il piacere che regala una pietanza semplice, ma preparata con ottima materia prima è insuperabile.
    Come le tue orecchiette: deliziose! ^-^
    Baci
    Giovanna

    RispondiElimina
  7. Commentavo giusto ieri una ricetta con le orecchiette dicendo che non sai cosa darei pur di mangiarle (sono celiaca) e.. ta-dam, rieccole qui tra le scatole! Volete farmi morire di gelosia culinaria??? :) :)

    RispondiElimina
  8. Adoro questa pasta, e la preparo spesso anche con i cavoli, è apprezzatissima a casa! Poi le orecchiette ci stanno più che bene, e non parliamo del pecorino!! Sono sarda e quel formaggio è assolutamente il mio preferito, non sono mai senza!!! Bellissimo piatto, mi piace!!

    RispondiElimina
  9. Bellissima ricetta Jeggy e sta' tranquilla, ancora adesso mi capitano studenti con quella espressione negli occhi, che ti fa chiedere perché non sono rimasta a dormire....
    Buon we baci

    RispondiElimina
  10. mi unisco al coro di consensi, sarebbe meglio riscoprire la cara vecchia cucina dei nostri nonni, quella sana e saggia, un tempo dettata dalla povertà ma oggi rivalutata come la più salutare. E poi è vero, con un grande classico della cucina italiana non si sbaglia mai! ;)

    RispondiElimina
  11. C'è un gioco per te sul mio blog. Passa a vedere. Baci

    RispondiElimina
  12. Che buono questo piattino davvero brava come sempre...
    baci

    RispondiElimina
  13. sono una bontà ,complimenti ,baci

    RispondiElimina
  14. Hai proprio ragione!!! io adoro i broccoli in tutte e salse, ma con le orecchiette sono la "morte loro!!!"!! Si dice così??? sai, anche s eho sposato un "calabro" rimango smepre una polentona...

    RispondiElimina