venerdì 24 giugno 2011

Il mare dentro

E' ufficiale: l'estate è arrivata. E con essa torna prepotente la voglia di mare, di sole, di vacanza. Mi piace sentire l'odore della sabbia calda mescolato a quello delle creme solari e del salmastro; mi piace passeggiare sul bagnasciuga con la brezza che mi scompiglia i capelli; mi piace guardare il mare, i suoi infiniti colori, le onde, l'orizzonte che si fonde con il cielo al tramonto, mi piace potermi vestire in 5 secondi infilandomi solo un vestitino, mi piace camminare per strada e sentire l'odore di pesce provenire dai ristorantini sulla costa... Piccole cose, certezze, che da sempre mi donano grande serenità. Da piccola pensavo che sarei dovuta nascere pesce o anatra per poter stare sempre in acqua. Ricordo che non volevo mai uscire dall'acqua, anche dopo ore, anche dopo che la mia pelle aveva sviluppato più grinze di uno sharpei, anche se avevo freddo!...Chissà....Magari avevo ragione!
Ancora oggi sento un feeling particolare con il mare, un pò come se fosse il mio ambiente naturale, anche se vivo a 100 km di distanza. Non so come ma in qualche modo il mare lo porto sempre con me e in esso ben mi rispecchio, con tutte le mie sfaccettature e i mutamenti di umore: calmo e piatto, fresco e increspato oppure tormentato e tempestoso. Così sono io.
Nonostante tutto so che anche quest'anno vedrò poco il mio amato mare e le mie vacanze si svolgeranno altrove. Per meglio ricordare i suoi profumi e i suoi sapori ho preparato delle classiche seppie con gli spinaci: le adoro. Mangio le seppie in questo modo praticamente da sempre: mia mamma le prepara, mio papà le prepara e ora anche io ho imparato! E' un piatto gustoso, adattissimo sia per l'estate, da mangiare a temperatura ambiente, che per l'inverno, con il suo succulento sughetto caldo in cui inzuppare il pane.


SEPPIE e SPINACI

Ingredienti:
500 g seppioline (io decongelate)
500 g spinaci lessi
3 grossi spicchi aglio
250 ml passata pomodoro
peperoncino secco
100 ml vino bianco
olio evo
sale


Lavare e pulire le seppioline, eliminando l'occhio. Tagliare ciascuna seppia in 3/4 pezzi. Tritare finemente gli spicchi d'aglio e farli soffriggere in 3 cucchiai di olio evo con un peperoncino secco a pezzi. Aggiungere le seppie e, dopo un minuto, il vino e il sale (a piacere). Alzare la fiamma e far sfumare per 5 minuti circa. Aggiungere gli spinaci strizzati e tagliati grossolanamente e lasciare insaporire. Aggiungere anche la passata di pomodoro. Quando riprende il bollore abbassare la fiamma e lasciar cuocere coperto per circa mezz'ora, mescolando di tanto in tanto. Servire le seppie calde o tiepide ma sempre rigorosamente accompagnate da fette di pane tostate e agliate.

Seppie con gli spinaci

Con questa ricetta partecipo al contest de "La cassata celiaca", in collaborazione con la Pedrini, dal titolo La cucina tradizionale..di casa mia. Tra l'altro si tratta pure di una ricetta gluten-free!

2 commenti:

  1. Ciao Jeggy, grazie mille per questa golosissima partecipazione e pure glutenfree! è un piatto davvero squisito che ti copierò :)) in bocca al lupo e buon we. ciauu :))

    RispondiElimina
  2. Che bontà!!! soprattutto in questo perodo che ho la mania degli spinaci!!!sono felicissima che tu abbia avuto successo con la dieta di birmingham!! mi pare di ricordare che tu sia una sportiva, quindi immagino che la tua dieta abbondi di proteine, come la mia. Anch'io quando l'ho fatta dopo la seconda gravidanza ho avuto il tuo stesso risultato; per chi è abituato a mangiare meno proteico generalmente si perdono più kg. Un abbraccio!!!

    RispondiElimina