domenica 10 aprile 2011

Espiazione


Dopo aver scoperto lo scherzetto delle zucchine nel plumcake, il maschio di casa, essendo piuttosto permaloso, non ha avuto una reazione molto…sportiva! Nonostante sul momento avesse molto apprezzato il mio bel plumcake, quando ha letto il post e ha scoperto la verità si è tutto ingrugnito e io sono stata tacciata di tradimento, oltre al fatto che temo future rappresaglie casalinghe. Ne segue che adesso mi trovo nella scomoda situazione di dover riconquistare la SUA fiducia in cucina. Non a caso appena mi avvicino ai fornelli scatta immediatamente la domanda:”Che prepari? Che ci metti dentro? Cos’è quello?....”
Eh no! Così non va bene! Come faccio io a concentrarmi con un gufetto sulla spalla?! Per mia fortuna nel corso del tempo ho imparato quali tasti andare a toccare e comunque l’uomo si prende anche per la gola (saggezza popolare docet!). Così, per placare gli animi ed espiare le mie colpe, ho preparato una coccola ipercalorica: una torta salata succulenta, ricca di sapori forti a cui è praticamente impossibile resistere. Inoltre è talmente facile e veloce che è stato un piacere sia da mangiare che da preparare! Magari bastasse sempre qualcosa di buono per fare pace!
Con questa quiche il maschio di casa si è riappacificato col mondo e poi è così difficile e poco elegante protestare con la bocca piena!


TORTA SALATA CONTADINA:

Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia
250 g ricotta
100 g pancetta tesa
100 g scamorza affumicata
1 grossa cipolla rossa
1 patata di medie dimensioni
200 ml panna da cucina
2 uova
noce moscata
sale, pepe

Tagliare a dadini la scamorza e la pancetta. Sbucciare la patata e tagliarla a dadini piuttosto piccoli. Affettare sottilmente la cipolla. Riunire in una ciotola capiente la cipolla, la patata, la pancetta, la scamorza, la ricotta, la panna e le uova. Aggiungere una grattugiata generosa di noce moscata, una presa di sale, del pepe macinato fresco e amalgamare bene il tutto.
Rivestire una teglia da forno con la pasta sfoglia e riempire con il composto preparato, livellandolo bene. Cuocere la torta in forno preriscaldato a 170° C per 45 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare prima di servire.


Torta salata contadina


Con questa ricetta partecipo al simpatico contest di Marcella di Marcella in cucina dal titolo "Dimmi che fai... ti dirò QUI...CHEi"



Come sempre...buon appetito!

2 commenti:

  1. E che vuoi fare...sono uomini!
    Questa è proprio una bella quiche! Complimenti! L'aggiungo subito alla lista.
    Ti seguo con molto piacere! Adoro il tuo modo di fare blog...mi piace un sacco leggere una piccola storiella di vita quotidiana...mi piace farmi i "fatti tuoi"! E poi sono brava sai a capire se la ricetta è valida non ho mica bisogno di foto strabilianti! Come dico sempre sono più per la mise en panz che per la mise en place!
    Scusa ti avevo detto che parlo troppo?
    Baci

    RispondiElimina
  2. Che bella faccia che ha questa quiche!!! gnam gnam!!Anch'io una volta ho "ingannato" il mio maritino ...gli ho preparato delle tagliatelle viola con la barbabietola che a lui non piace dicendogli che avevo usato il colorante alimentare...quando aveva sbaffato tutto (anche se ad onor del vero mentre mangiava mi ha chiesto se il colorante aveva un qualche aroma di fondo perchè sentiva un saporino un pò diverso) glielo ho confessato...anche perchè poi le avrebbe cmq viste sul blog...le ho chiamate violette!!!!

    RispondiElimina