sabato 29 marzo 2014

Voglia di coccole

Mi capita di cenare da sola. Il maschio alfa, con i suoi innumerevoli impegni sportivi e musicali serali, mi abbandona a casa insieme alla gatta. A volte chiamo degli amici a casa, a volte vado a cena dai miei, a volte, semplicemente, resto a casa da sola. Potrebbe essere una buona occasione per buttarsi su del cibo spazzatura stravaccata sul divano davanti alla TV e invece, io che sono strana, cucino. Per me sola. Con tutta la calma possibile, in silenzio, senza nessuno tra i piedi tranne la gatta che, talvolta, rimedia pure qualche calcio involontario, poveretta. E' molto riposante considerando che, anche se lavoro prevalentemente da sola in una stanzetta e posso stare zitta tutto il giorno, è come se nella mia testa ci fosse sempre un esercito di scimmie urlatrici! Per una volta posso detenere il potere supremo del telecomando e decidere cosa guardare, fosse anche la più cretina delle commedie romantiche, mentre sto seduta a tavola ben apparecchiata gustando qualcosa che mi piace e che sia anche carino da vedere. Queste sono le mie coccole. Perchè no? Dopo l'insalatina di carciofi di qualche settimana fa ecco un altro piatto leggero, con un gusto fresco e delicato che probabilmente il maschio alfa non avrebbe apprezzato. Peggio per lui!
Finalmente è stagione di agretti e appena li ho visti al mercato mi ci sono fiondata. Due anni fa li ho proposti in una bella frittata, quest'anno li ho semplicemente avvolti in delle fettine di carpaccio di manzo e accompagnati con una salsina a base di senape e limone: l'ho trovato davvero un ottimo abbinamento; i sapori si legano grazie alla salsa (che "cuoce" leggermente la carne) ma restano comunque distinti e delicati.



INVOLTINI di CARPACCIO e AGRETTI

Ingredienti (per una persona):
1 mazzetto di agretti (o barba di frate)
3 fettine di carpaccio di manzo
1/2 limone
senape
olio evo
sale, pepe nero

Pulire gli agretti eliminando la radichetta finale (solitamente terrosa e rossiccia), lavarli bene sotto acqua corrente per eliminare eventuali tracce di terra e sbollentarli per 5 mihuti in abbondante acqua bollente salata addizionata di mezzo cucchiaino di bicarbonato. Scolarli e lasciarli raffreddare alcuni minuti. Formare dei mazzetti di agretti e avvolgere la parte finale in una fettina di carpaccio di manzo. Preparare la salsa emulsionando insieme il succo di mezzo limone, 3-4 cucchiai di olio evo, mezzo cucchaino di senape, poco sale e del pepe nero: lo si può fare usando un pimer oppure semplicemente shakerando un barattolino chiuso. Servire gli involtini con salsa a parte da versare a piacimento.
Buon appetito!


5 commenti:

  1. E fai bene!!a volte approfitto anche io quando son sola di cucinarmi qualcosa di buono.. soprattutto qualcosa che so che a lui non piace!! Ottima proposta la tua.. mi piacciono molto gli agretti.. smack e buon sabato :-)

    RispondiElimina
  2. Bravissima!! Io sono libera solo il lunedì a pranzo...sigh... piatto originale anche nella presentazione brava Jeggy!!

    RispondiElimina
  3. Io invece mi spapanzerei sul divano, quando sono sola piuttosto che cucinare per me o mi compro qualcosa o salto il pasto...son proprio una disgraziata ;-)
    La tua proposta di oggi è moooolto interessante, proprio 2 giorni fa mio marito mi ha detto di aver voglia di un po' di lischi (da noi la barba di frate si chiama anche così) e gli ingredienti della tua ricetta sono tutti concessi...occhio che potrei rubartela ;-)

    RispondiElimina
  4. Come ti capisco Jeggy, anche per me stare sola in silenzio è una coccola ineguagliabile, anche se poi rompo il silenzio ascoltando un buon disco... il piattino è delizioso, gli agretti mi piacciono moltissimo! Bacio

    RispondiElimina
  5. Un bel modo per coccolarsi quando si è soli. Io invece non mi cucino affatto. Mangio qualcosa a volo, spesso residui del giorno prima oppure un panino veloce. Ma sbaglio! Meglio come fai tu!

    RispondiElimina