martedì 18 marzo 2014

Dolce vintage

E' successa una cosa un po' anomala per me: mi sono svegliata con la voglia di dolce, anzi, DEL dolce, quello della mia infanzia, che ho mangiato una infinità di volte ma che non mi stancava mai. Mia mamma, che non è una grande pasticcera, sia per mancanza di tempo che poco spirito di avventura, preparava questo ciambellone continuamente e, in effetti, andava bene in ogni occasione: dalla colazione con una tazza di latte, alla merenda per accompagnare il thè, fino alla festa della scuola insieme ad un bicchiere di aranciata! Mi piaceva svegliarmi la mattina, nel weekend, e trovare una fetta della sua ciambella.
La collaudatissima ricetta proviene dall'enciclopedia di cucina di mia mamma, vecchia di 40 anni, con foto molto poco fashion e ricette che hanno il sapore di un tempo passato. Non vi si trovano ingredienti esotici o metodi di cottura alternativi: in questo caso solo uova, burro, farina, zucchero, latte, cacao e lievito. Nient'altro. Cose basilari, che tutti abbiamo in casa anche se non programmiamo di cucinare qualcosa in particolare. Forse non è un dolce prettamente dietetico ma è semplice, morbido, morbido che vien voglia di raccogliere col dito le briciole cadute sul tavolo.
Solo un problema: una fetta tira l'altra!
Certo, il trucco c'è anche in una torta così semplice e dopo alcuni tentativi, vecchi di almeno 10 anni in cui ho prodotto delle notevoli mappazze, ho capito che per avere la perfetta consistenza compatta ma morbidosa occorre montare a lungo le uova con lo zucchero e il burro. Per il resto si fa praticamente a occhi chiusi quindi è un buon punto di partenza anche per chi è alle prime armi.



CIAMBELLA BIANCO-NERA

Ingredienti:
250 g farina 00+quella per lo stampo
250 g zucchero
100 g burro+quello per lo stampo
3 uova
1 bicchiere di latte
2 cucchiai di cacao amaro
1 bustina di lievito

Fondere il burro a bagnomaria o nel microonde e lasciarlo intiepidire. Lavorare i tuorli con lo zucchero, poi aggiungere il burro fuso e montare con le fruste elettriche fino a che il composto non è chiaro e spumoso. Setacciare la farina con il lievito e aggiungerla poco alla volta al composto, intervallando con il latte, sempre mescolando con un cucchiaio di legno. Montare a neve ferma gli albumi, poi aggiungerli molto delicatamente all'impasto, con movimenti dal basso verso l'alto. Imburrare e infarinare uno stampo a ciambella e versare uniformemente sul fondo metà dell'impasto ottenuto. Aggiungere il cacao all'impasto rimanente e amalgamare bene. Versare nello stampo anche il composto al cacao, pareggiare la superficie scuotendo leggermente lo stampo e infornare in forno preriscaldato a 170°C per un'ora. Sfornare, fare la prova stecchino per verificare la cottura e rovesciare immediatamente sul piatto di portata. Lasciare raffreddare completamente prima di servire. Può essere cosparso di zucchero a velo; personalmente lo preferisco senza.
Buon appetito!




Con questa ricetta partecipo al contest di Aria

6 commenti:

  1. Buonissimo!!!!!!!!!!!!!! insieme al ciambellone allo yogurt di banana.. questo era l'altro dolce di punta anche della mia mamma.. smackkk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti mi avevi fatto venir voglia di ciambella con il ciambellone allo yoghurt di banana!!!

      Elimina
  2. Ohhhh lo appena fatto anche io il mio leggermente diverso ma è di un buono!!!!! Baci

    RispondiElimina
  3. Mia mamma lo faceva come una torta e la chiamava la torta marmorizzata. Buonissima, hai ragione! Bacione a presto

    RispondiElimina
  4. davvero il dolce dei ricordi, non lo mangio da un pezzo, chissà che buono ;-)

    RispondiElimina
  5. non si può non provare! mi hai convinta ;)

    RispondiElimina