venerdì 18 novembre 2016

Cucina povera di riciclo

Tempo di brodini e minestre calde. In questo periodo in casa non faccio mai mancare una pentola di brodo o di minestrone: due pietanze che riescono a scaldarmi anche nella più uggiosa delle giornate novembrine. Soprattutto il brodo, preparato con verdure e tagli poco nobili di manzo, rappresenta la base di innumerevoli altre ricette. E poi cosa ne facciamo della carne? Non sempre viene mangiata immediatamente appena cotta, quando è ancora morbida e calda. Spesso succede che rimanga come stoppaccioso avanzo sul fondo della pentola e, diciamolo, non è che dopo risulti molto appetitosa, persino per i palati più alla buona. Ecco allora che i buoni vecchi contadini toscani avevano trovato il modo di recuperare e rendere gustosi anche questi "avanzi", per non sprecare nemmeno un boccone della preziosa carne.
Il lesso rifatto con le cipolle è un piatto tanto semplice ed economico quanto saporito, una sorta di spezzatino di recupero in cui la carne con cui si è fatto il brodo viene cotta nuovamente insieme alle cipolle, ai pomodori e agli "odori" fino a sfaldarsi e a perdere la sua fibrosità. Credetemi se dico che non ha niente da invidiare ai piatti stellati!



LESSO RIFATTO con le CIPOLLE

Ingredienti
(per 3 persone):
500 g muscolo di manzo bollito
2-3 grosse cipolle rosse
1 costola di sedano
2 carote
una decina pomodorini (in alternativa 200 g di pomodori pelati)
un bicchiere di brodo
1 foglia di alloro
1 spicchio di aglio
olio evo
sale

Sbucciare le cipolle e affettarle sottilmente. Fare soffriggere le cipolle in un tegame a bordi alti con dell'olio evo, lo spicchio d'aglio sbucciato e schiacciato e la foglia di alloro. Quando le cipolle sono appassite togliere lo spicchio d'aglio e aggiungere il manzo bollito e tagliato a bocconcini, le carote raschiate e tagliate a rondelle e la costola di sedano lavata e tagliata anch'essa a fettine. Lasciare insaporire tutto alcuni minuti, mescolando. Se il fondo di cottura risultasse troppo asciutto aggiungere un po' di brodo caldo. Aggiungere anche i pomodori pelati spezzettati grossolanamente, abbassare la fiamma, incoperchiare e lasciare cuocere a fuoco basso per 20-30 minuti. Aggiustare di sale e una volta che il sughetto di fondo si è un po' asciugato servire con abbondante pane.
Buon appetito!

6 commenti:

  1. Sono d'accordo sul fatto che questo piatto non abbia nulla da invidiare a quelli stellati

    RispondiElimina
  2. Assolutamente vero! Lo faceva sempre mia nonna egregiamente! Brava! 👏

    RispondiElimina
  3. Ecco, questi piatti di riciclo mi piacciono tantissimo, anche a casa mia si ricicla sia dolce che salato ma è sempre un successo. Bravissima !

    RispondiElimina
  4. Brava, ottimo modo di riciclare. Cerco sempre di non buttare il cibo

    RispondiElimina
  5. Magnifico modo di trasformare il bollito e mettere in tavola un piatto appetitoso, la prossima volta lo proverò anch'io!

    RispondiElimina
  6. Compro a scatola chiusa, cara Jeggy! Un bacione a presto

    RispondiElimina