venerdì 23 ottobre 2015

Sorprendente riciclo

Cos'è quella cosa indispensabile, che in casa non manca mai ma che avanza sempre?
Il pane. Si, proprio il pane. Nonostante ne compri pochissimo, ne consumo ancor meno. Potrei optare per delle pagnotte più piccole? No, perchè altrimenti indurisce nell'arco di un giorno. E poi mi piace la fetta con tanta mollica! L'annoso problema si ripropone ogni volta e finisco sempre con l'avere il portapane pieno di pane secco che non oso buttare.
Come smaltirlo? Panzanella d'estate, pappa d'inverno, polpette, gnocchi di pane.....
Poi, la scorsa settimana, l'occhio mi è caduto su una ricetta del famigerato libro di Benedetta Parodi (di nuovo!): vederla e pensare di farla immediatamente è stato un tutt'uno!
Devo ammettere, anche se un po' a malincuore, che è stato amore al primo assaggio: morbida, saporita, appagante. Da provare.
Certo io ho fatto le mie belle modifiche, guarnendo la superficie con peperoni e cipolle invece di pomodorini e grana: ho pensato che con la scamorza nell'impasto fossero più indicati. In ogni caso....de gustibus: ognuno è libero di sbizzarrirsi e farcire con ciò che più piace o di lasciarla anche in bianco (che secondo me è buona lo stesso) per accompagnare dei salumi magari.
Insomma, io l'ho trovata sorprendente e non vedo l'ora di avere di nuovo un po' di pane raffermo per rifarla!



TORTA SALATA di PANE SECCO

Ingredienti:
250 g pane secco
500 ml latte
250 g ricotta
200 g scamorza affumicata
2 uova
1 peperone rosso
1 grossa cipolla dorata
olio evo
sale


Mettere in ammollo il pane spezzettato nel latte caldo per almeno mezz'ora. Trasferire nel mixer e frullare tutto insieme alla ricotta e alle uova fino ad ottenere un composto morbido.
Aggiungere anche la scamorza grattugiata (grattugia a fori larghi) e aggiustare di sale.
Sbucciare la cipolla e affettarla (non importa sia a velo). Togliere il picciolo, i semi e i filamenti bianchi interni al peperone e tagliarlo a striscioline.
Spadellare le verdure per 10 minuti con 2-3 cucchiai di olio evo a fiamma alta (se si abbrustoliscono appena è pure meglio!). Salare poco a fine cottura.
Foderare con carta da forno una tortiera quadrata da circa 25 cm e versarvi il composto di pane. Livellare bene con una spatola, poi distribuire sulla superficie le cipolle e i peperoni premendo leggermente perchè affondino appena nell'impasto.
Infornare a 180°C per 40 minuti, poi sfornare e lasciare raffreddare un po' prima di servire. Per una presentazione "finger food" tagliare a piccoli quadrotti.
Buon appetito!

N.B. Una accortezza: salare il composto solo se si usa pane senza sale, altrimenti evitare.
N.B. E' buona anche fredda!



3 commenti:

  1. Anche a me non piace buttare niente, raramente capita di buttare qualcosa proprio se c'è qualcosa che mi impedisce da riciclare. Come si potrebbe buttare quando si può trasformare in piatti così gustosi !!!

    RispondiElimina
  2. Ma che bella ricetta! Io riciclo spesso il pane raffermo. A volte ne faccio in più proprio per farne bruschette, polpette etc. Quindi salvo tutto.
    Grazie e baci.

    RispondiElimina
  3. In casa nostra non avanza mai invece tu pensa.. Ottima la tua ideadi riciclo.. davvero sfiziosa! Un bacione e buon w.e. :-D

    RispondiElimina