martedì 13 marzo 2012

Il pranzo dello sportivo

Sebbene la domenica dovrebbe essere il momento in cui ho più tempo per cucinare e provare qualcosa di più sfizioso e elaborato, nella realtà, mi è proibito (o quasi) dedicarmi all'arte culinaria.
Tutta colpa del CALCIO. E con questo non intendo certo il buon vecchio calcio che si trova nel latte (per intendersi) quanto il calcio in senso sportivo.
Dopo l'infortunio dello scorso anno, il maschio alfa ha ripreso la sua attivita ludico-ricreativa preferita e questo ha comportato il ritorno a sconsiderate abitudini mangerecce: dal cenare alle 10 di sera dopo i suoi allenamenti, al pranzo domenicale consumato frettolosamente alle 12 in punto perchè il ritrovo coi compagni di squadra è alle 13 o giù di lì. Sono in grado di sopportare agilmente le variazioni di orario dei pasti (mica siamo in un'ospizio!) ma la cosa che proprio non mi va giù e dovermi accontentare la domenica di pasta al pomodoro e patate lesse (le uniche variazioni ammesse sono costituite da mozzarella e prosciutto crudo).
Io, che durante la settimana, sono costretta a pranzi take away freddi o riscaldati al microonde (con tutte le limitazioni che questo comporta), come posso adeguarmi ad un pranzo domenicale più frugale di quelli infrasettimanali? Eresia!!!
La sportiva che è in me, nascosta sotto strati di morbida ciccia, sa che questa è la giusta dieta pre-partita ma, che diamine, io mica devo fare sport la domenica! E a dirla tutta nemmeno il maschio alfa che, non essendo più un pischello, non ha ancora recuperato in pieno la condizione atletica necessaria e pertanto è permanentemente relegato in panchina (almeno fino ad ora). Dice che in questo modo riesce ad entrare nel clima pre-partita e a sentirsi parte della squadra (anche se in casa siamo solo io e lui e nessuno lo vede mentre si autoflagella per pranzo). Ammirevole, nessuno lo nega: un vero stakanovista del calcio. Certo è che se mai dovessi scoprire che qualcuno dei suoi compagni teenager si ingozza di lasagne o simili la domenica potrei compiere un insano gesto!
Lo scorso weekend però, di fronte a mozzarella e patate lesse,  non ce l'ho fatta e ho approfittato della vaporiera in funzione per prepararmi qualcosa di decisamente più appetitoso, sebbene molto light, nel pieno rispetto del clima di morigeratezza pre-partita!

Cipolle ripiene al vapore


CIPOLLE RIPIENE al VAPORE

Ingredienti:
2 cipolle dorate (medie dimensioni)
100 g petto di pollo
1 spicchio aglio
prezzemolo fresco
1 cucchiaio grana grattugiato
sale, pepe nero
salsa worchester (facoltativa)

Sbucciare le cipolle ed eliminare le radichette sul fondo in modo che le cipolle stiano "in piedi". Tagliare la calotta delle cipolle e svuotarle (versando un mare di lacrime) con un cucchiaino, lasciando solo le 2 sfoglie più esterne: si ottengono delle specie di cestini. Tritare finemente la cipolla estratta insieme allo spicchio d'aglio sbucciato, una decina di foglie di prezzemolo precedentemente lavate e asciugate e il petto di pollo. Mettere il trito in una terrina e lavorare con il grana grattugiato, sale a piacere (ma non troppo) e un pizzico di pepe.
Riempire le "scodelline" di cipolla con l'impasto preparato e chiudere con la calotta. Dato che mi era avanzato un poco di ripieno ci ho fatto una polpetta.
Adagiare le cipolle e la polpetta nella vaporiera (attenzione che stiano dritte) e cuocere per 30 minuti.
Servire calde irrorate da un filo d'olio evo oppure da alcune gocce di salsa worchester che, secondo me, è l'abbinamento perfetto. Non lasciare raffreddare troppo perchè il ripieno potrebbe diventare un po' stopposo non contenendo uova, olio o altri grassi aggiunti.
Buon appetito!

Con questa ricetta partecipo al contest di Cuocopercaso

8 commenti:

  1. Ciao Jeggy, ci mancava quel tiranno del calcio! però le tue cipollette al vapore sono davvero belle. Bacioni a presto

    RispondiElimina
  2. le tue cipollette sono buonissime, da provare; anche la sportiva che è notevolmente nascosta dentro di me ti da ragione, basta morigeratezza nei pranzi domenicali

    RispondiElimina
  3. Ahhhh io prue le voglio le tue cipollette ripiene.. son gustosissime!!!! baci e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  4. ok per www.cuocopercaso.it

    RispondiElimina
  5. Brava!! ottimo compromesso, questa ricettina è davvero sfziosa!!!

    RispondiElimina
  6. buonissimo questo piatto ,brava baci

    RispondiElimina
  7. Fortunata io che non devo litigare con le domeniche di pallone ehheh!! Basta morigeratezza e così sia, queste cipolline sono proprio sfiziose brava!!
    Un bacio cara Jeggy ^^

    RispondiElimina
  8. Davvero una bella ricettina, in bocca al lupo per il contest....

    RispondiElimina