mercoledì 11 gennaio 2012

Profiterol o tiramisù?

Si suole dire che l'Epifania tutte le feste si porta via. Nel mio caso ciò non corrisponde a verità in quanto allo scoccare della mezzanotte del 7 gennaio iniziano i festeggiamenti per il SUO compleanno. Infatti anche il maschio alfa compie gli anni (non mi è concesso dire quanti perchè si sente vecchio....peggio di una donna! Basti sapere che ne ha uno più di me! :-P) ed essendo un maschio viziato e coccolato gli piace ricevere auguri e regali. E' quindi con i festeggiamenti della Sua augusta persona che termina il periodo più ipercalorico dell'anno. Quest'anno sono stata veramente scandalosa: a corto di idee dopo il Natale appena trascorso, non gli ho ancora regalato niente. In ogni caso una cosa non potevo esimermi di fare: una faraonica torta di compleanno, ovviamente. D'altronde ho preparato torte di compleanno per chiunque negli ultimi mesi, potevo non preparare qualcosa di assolutamente speciale per il mio compagno di una vita?
Da tempo immemore so che ci sono due dolci che lo fanno letteralmente impazzire: il tiramisù, rigorosamente preparato da sua mamma, con il quale non è permessa competizione (cocco di mamma! nda) e il profiterol. Una mattina di tanti anni fa lo sopresi a mangiarsi le tanto amate bignè addirittura alle 9.30!!! Se non è gola questa...
Dunque: non potevo fare il tiramisù, ma il profiterol? Oddio, ho sempre sentito dire che è difficilissimo fare i bignè, senza contare gli accalorati scoraggiamenti di mia mamma "Compra i bignè gia pronti che di sicuro non ti vengono. E' già un miracolo se ti è venuto bene il tronchetto, non sfidare ulteriormente la fortuna.". Fortunatamente se tengo un blog di cucina è anche perchè il mio ego è abbastanza grande da farmi sentire in grado di cucinare qualunque cosa (o quasi), perciò ho fatto un pieno di autostima e mi sono lanciata nella preparazione della pasta choux seguendo alla lettera questa ricetta.
Se scrivo questo post è facile immaginare quale sia stato il risultato! ;-)
Poi un'altra idea geniale: e se unissi i 2 amati dessert in una unica, goduriosissima golosità? Fatto!
Per il maschio sarebbe dovuta essere una sorpresa, visto che gli ho reso la cucina off-limit per un paio di ore al giorno negli ultimi due giorni, e sono sicura che non si aspettava il profiterol dato che gli avevo già ampiamente spiegato che non ne ero capace. Poi però, la mattina del pranzo della festa ho capitolato e gli ho mostrato il frutto delle mie fatiche.Vedere la sua espressione stupita e il sorriso che gli si allargava sul viso è stato bellissimo e piu soddisfacente di vederlo scartare l'ennesimo regalo. Il tutto è stato seguito da un perfido ghigno come a dire "questo è tutto mio e guai a chi lo tocca!"
Per fortuna ancora non sapeva che li avevo riempiti con la crema di mascarpone, la sua altra grande passione. In quel caso penso che sarebbe veramente scappato nella solitudine del suo studio con la sua torta di compleanno! :-)

Profiterol al tiramisù


PROFITEROL al TIRAMISU'

Ingredienti:
(dovrebbe essere una dose per 24 bigne...a me ne sono venuti 21)
2 uova
66 g burro a temperatura ambiente
70 g farina
75 ml acqua
10 ml latte parzialmente scremato
mezzo cucchiaino sale

Mettere in un pentolino acqua, latte, sale e il burro tagliato a tocchetti e abbastanza morbido. Scaldare dolcemente in modo che il burro sia perfettamente fuso prima che l'acqua inizi a bollire. Quando l'acqua inizia a bollire versare la farina tutta in una volta e mescolare con un cucchiaio di legno. Cuocere a fiamma bassa finchè il composto non si sarà asciugato un po' e sul fondo del pentolino non si è formata una patina biancastra. L'impasto resta abbastanza morbido in ogni caso, quindi è bene non esagerare con la cottura. Togliere dal fuoco quando si inizia a sentire odore di burro cotto.
Trasferire il composto in una ciotola e continuare a mescolare per farlo freddare (io ho usato le fruste eletttriche) per un paio di minuti. Sbattere le uova in una ciotolina e aggiungerle lentamente all'impasto continuando a mescolare (sempre con le fruste elettriche). Non aggiungere la dose successiva di uovo se la precedente non è stata perfettamente incorporata. Ho ottenuto un impasto morbido ma sodo.
Ungere bene con del burro una teglia da forno (niente carta da forno). Con 2 cucchiaini prelevare un quantitativo di impasto della grandezza di una ciliegia, renderlo il più possibile sferico e adagiarlo sulla teglia. Chi è pratico può usare la sac-a-poche. Proseguire fino al termine dell'impasto. I bignè devono essere ben distanziati tra loro perchè in cottura gonfiano parecchio.
 Infornare a 200° C per 12 minuti (i bignè saranno già gonfiati), poi continuare la cottura per 20-25 minuti lasciando lo sportello del forno socchiuso (ho usato il manico di un cucchiaio a contrasto con lo sportello per creare una sorta di valvola di sfogo del forno). Sfornare e lasciare raffreddare.
I miei sono venuti bellissimi: gonfi e cavi all'interno. Sembravano proprio di pasticceria e io ne sono orgogliosa come non mai! Ecco i miei amati pargoletti:

bignè


per la farcitura:
500 g mascarpone
5 tuorli
5 cucchiai abbondanti di zucchero a velo

Sbattere a lungo i tuorli con lo zucchero fino a che non si eè creata una crema gonfia e liscia. Aggiungere il mascarpone e amalgamare bene fino all'ottenimento di una crema omogenea. Lasciare riposare in frigo una notte prima di usarla per farcire i bignè: in questo modo si rassoda e non c'è rischio che fuoriesca.

per la glassa:
160 g cioccolato fondente
140 g panna fresca
2 cucchiai caffè solubile

In un pentolino versare la panna e sciogliervi il caffe solubile. Scaldare la panna a fuoco basso e sciogliervi dolcemente il cioccolato precedentemente spezzettato. Amalgamare bene e far raffreddare un po' prima di utilizzarla per glassare i bignè.

per il caramello (guarnizioni):
70 g zucchero semolato
10 ml acqua

Versare acqua e zucchero in un pentolino, mescolare e iniziare a scaldare a fuoco basso. Non toccare più niente fino a che lo zucchero non si è fuso e non ha assunto un colore ambrato. Spengere il fuoco, prelevare il caramello a piccole porzioni (io ho usato un cucchiaio) e creare delle specie di linguette depositandolo su un foglio di carta da forno. Quando sono perfettamente solidificate usare le linguette per guarnire il profiterol.

Assemblaggio:
Praticare un piccolo foro alla base dei bignè, usando un coltello. Riempire la sac-a-poche con la crema di mascarpone e riempire le bignè allargando il foro praticato usando un beccuccio liscio abbastanza lungo e largo. Immergere parzialmente i bignè nella glassa di cioccolato tenendoli per la base, poi disporli sul vassoio di portata (io ho creato una specie di piramide). Versare la glassa avanzata sulla piramide in modo da ricoprire quasi completamente i bignè (questione di gusti: si può anche limitare la glassa ma a noi il profiterol piace affogato di cioccolata!). Guarnire con le linguette di caramello e servire.

Ammetto che è stato un lavoro piuttosto lungo ma il risultato ha sorpreso me per prima, che non sono affatto una estimatrice del classico profiterol: la crema al mascarpone è semplice e incontra più il mio gusto; la glassa di cioccolato al caffè è assolutamente da provare perchè davvero goduriosa! Per quanto riguarda LUI....beh, il giorno successivo era rimasto solo un bignè (che è stato pappato dopo cena), perciò presumo che abbia davvero apprezzato!
Buon appetito e buon compleanno al mio maschio alfa!



Con questa ricetta partecipo al contest della  Pasticciona in cucina


e al contest del Molino Chiavazza sulle torte di compleanno

9 commenti:

  1. alla faccia del maschio alfa ti sono venuti benissimo!

    RispondiElimina
  2. mmmm.....che delizia!!! ne prenoto una doppia anzi tripla porzione xme!!!! ^-^

    RispondiElimina
  3. Senti ma il maschio alfa non può farti venire qui da me un pomeriggio a preparare la stessa torre di profiterol???magari doppia...

    RispondiElimina
  4. Noooooo penso di stare per svenire.. ma quanto è buono!!!!!! ma io sono a dietaaaaaa. Ok faccio un picolo strappo.. a che ora passi??? :-))) baci e buona giornata

    RispondiElimina
  5. In maniera del tutto virtuale, mi pappo una scarica di questi bigné, perché ne ho proprio bisogno. Non ho ancora risolto niente, perché proprio per me il linguaggio del pc è incomprensibile e quindi ho fatto una gran mare di casini e non ho risolto il problema. Ho fatto ancora un tentativo, aspetto l'esito. A presto baci

    RispondiElimina
  6. Che spettacoloooooooooo!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. bellissima questa versione al tiramisù,mi sa che domani li provo :))

    RispondiElimina
  8. la tua golosissima ricetta l'ho appena inserita, grazie 1000, ciao

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia!!!supergolosità!!!originali e bellissimi, complimenti Jeggy!!!

    RispondiElimina