mercoledì 4 gennaio 2012

Disintossicazione

Basta. Non ce la faccio più. Gli ultimi 15 giorni sono stati un tour de force, più faticosi di una maratona, più impegnativi dell'esame di meccanica quantistica (beh...forse non così difficili!): mangia, assaggia, ingurgita, tracanna...Altro che digestivo: qui ci vuole l'idraulico liquido per digerire tutto quello che mi sono sbafata! Credo di aver raggiunto l'apice durante il cenone di fine anno: io e il maschio alfa siamo migrati alla volta di Radicofani, in un delizioso ristorantino di paese dove ci hanno rimpinzato talmente tanto da fargli perfino rifiutare il profiterol, il suo dolce preferito! Dopo un ricco antipasto, 4 primi piatti, il coscio di maiale al forno e la tagliata di fiorentina il maschio alfa ha gettato la spugna. Io invece ho continuato imperterrita a ingozzarmi, tanto che all'ennesimo carciofino fritto che mi infilavo in bocca il maschio mi ha guardato disgustato e mi ha sussurrato:"Jessy....fai veramente schifo!". Ma quanto è romantico!!!!
Ora però sono davvero allo stremo delle forze e sento la necessità di disintossicarmi da tutto questo tripudio di calorie. E allora via libera a una montagna di verdure rimineralizzanti, e cosa c'è di meglio di una bella vellutata?
Ho scoperto da poco il sedano rapa e lo trovo delizioso: più dolce del classico sedano, si abbina molto bene al gusto amarognolo del radicchio rosso per dare vita a un piatto dal gradevole contrasto cromatico, saporito ma estremamente ipocalorico. In realtà si abbina bene anche a formaggi dal gusto deciso come il gorgonzola, ma in questo caso è off limits!

VELLUTATA di SEDANO RAPA con RADICCHIO all'AGRO

Ingredienti (per 2-3 persone):
1/2 sedano rapa
1 patata
1 cespo di radicchio trevigiano
1 cipolla
olio evo
aceto
brodo vegetale
sale, pepe

Sbucciare la patata e il sedano rapa, tagliarli a tocchetti e poi mettere tutto in una pentola capiente insieme a circa un litro di brodo (va bene anche semplice acqua). Far prendere il bollore, poi salare, pepare e incoperchiare abbassando la fiamma. Lasciar sobbollire una mezz'ora. Quando le verdure sono morbide frullare tutto con un pimer a immersione: si ottiene una crema piuttosto densa.
Nel frattempo lavare il radicchio, asciugarlo e tagliarlo a striscioline. Affettare sottilmente una cipolla e farla soffriggere in padella con appena un cucchiaio d'olio per un paio di minuti, poi aggiungere il radicchio e far stufare a fuoco basso aggiungendo, se necessario, qualche cucchiaio di acqua. Dopo una decina di minuti salare, pepare e sfumare con un cucchiaio di aceto. Proseguire la cottura ancora per qualche minuto, poi spengere.
Servire la vellutata calda guarnita con alcune cucchiaiate di radicchio.
Buon appetito!

Vellutata di sedano rapa con radicchio all'agro

Con questa ricetta partecipo al contest di Sale e coccole


e anche alla raccolta di Menta piperita & Co.

12 commenti:

  1. Nn sai quanto ti capisco e questo e' un problema di tutte! a dir la verita' x me e' un problema a 365 gg all'anno xche' mangio sempre come se fosse Natale eheheheh mi ci vorrebbe un po' della tua ricetta ma x una settimana se il mio fegato potesse parlare!!!! ^-^ bacio!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Mi sa che siamo in tante ad aver iniziato l'anno riducendo le calorie :) Io adoro il sedano rapa, pinzimonio, vellutate, flan... lo uso tantissimo, ed è ottimo crudo prima dei pasti perché dicono che acceleri il metabolismo (fonti non verificate), ma è buono quindi vale la pena! Tanti auguri e buonissima giornata

    RispondiElimina
  3. Ahahaahha!!Tesoro sei mitica!passa un po' di vellutata anche a me please!

    RispondiElimina
  4. Non me lo dire a me!!!! ho avuto coraggio a strafogarmi di tutto!!!! anche essendo sazia continuavo a mangiare.. mangiare e mangiare!! anche io l'apice l'ho toccato il 31!!!!! ahahaahah Ora sto a dieta da qualche giorno.. ma domani.. si ricomincia!!!! ma da lunedì stop al cibo! ahahahah Ottima la tua vellutata.. non conosco ils edano rapa.. mi hai incuriosita! smackkk e buona giornata .-)

    RispondiElimina
  5. ah come ti capisco, io inizio domani non voglio più vedere un pezzo di cioccolata, mamma mia che abbuffatta, ho mangiato di tutto approfittando anche della mia visita nella mia citta natale.
    Ma da domani riso bianco e petto di pollo alla piastra.

    RispondiElimina
  6. Brava...bisogna allegerirsi...da lunedì dietissima assoluta. Fantastico il piatto sia per ricetta che per presentazione, buona epifania, ciao.

    RispondiElimina
  7. Ecco la mia Jeggy dai raccontini umoristici! certo che battere il maschio alfa è da Guinness dei primati. Anche io ho mangiato come un maialino e sono rimpinzatissima e non ne posso più! Per fortuna domani è il 7 gennaio. Grazie degli auguri, a presto, bacioni

    RispondiElimina
  8. Concordo con te... oltre la fatica di rciominciare dopo le vacanze, ci pesano pure addosso le calorie di troppo... beato chi è nato uomo!!! questa velluatata è l'ideale... bontà assoluta...

    RispondiElimina
  9. hihihihi vero..ottima la tua ricetta!!!

    RispondiElimina
  10. Grazie per la visita. Ho apprezzato la tua ricetta con il sedano rapa, oltre a quella che hai visto nel mio Blog, ne ho altre due da postare, lo farò a breve!
    saluti e Buon anno Giulia

    RispondiElimina
  11. Il solo leggere il tuo elenco mi ha riempita!!!
    Dai che una volta ogni tanto se pò fà!!!
    Io invece ho mangiato pochissimo quanto niente.
    Auguroni di buon anno.

    RispondiElimina