martedì 30 agosto 2011

Il cappero della discordia

Ci sono delle cose che mi piacciono da impazzire, ingredienti che propinerei a chiunque, in ogni piatto, a tutte le ore. Di questa categoria senza dubbio fanno parte i capperi: li adoro! Tanto per capirsi: è raro che ordini una pizza senza capperi; quando preparo una qualunque insalata o una pasta fredda inevitabilmente qualche capperino ci finisce dentro; condisco addirittura la pasta e le uova con questi deliziosi frutti. Però, ebbene si c'è un però, è da quando è iniziata la convivenza con "quell'uomo" che di capperi ne mangio veramente pochi, in quanto rientrano tra gli alimenti "sgraditi" allo stucchissimo maschio alfa.
Insomma...non è che proprio non li mangia, però vanno nascosti bene: se gli propongo qualcosa in cui i capperi sono interi e visibili "a occhio nudo" è abbastanza scontato che si rifiuterà di ingurgitare la pietanza. Se invece gli presento il bollito accompagnato da salsa verde (in cui sono frullati circa un milione di capperi!) ne divora una ciotolina senza battere ciglio. I conti, come al solito, non tornano...
Quindi ci ho riprovato, preparando una torta salata supercollaudata, la mia preferita, con pomodori, cipolle, capperi, origano e acciughe sott'olio. E' una vera delizia e la preparo sempre in questo periodo, quando i pomodori e le cipolle sono maturi e saporiti e posso prenderli direttamente dall'orto. Stavolta però mi sono rifiutata di eliminare i miei amati capperi e li ho tritati ben bene insieme alle alici. Alla "sua" domanda se stavo aggiungendo capperi al trito ho negato con piglio sicuro e ho proseguito per la mia strada.
Solo a cena, mentre ci stavamo gustando il frutto della mia fatica nella nostra afosissima cucina (l'uso del forno sta diventando una droga in questi giorni), stordita da un probabile colpo di calore, ho confessato di aver usato i capperi. L'avessi mai fatto: mi ha guardato tutto inviperito e mi ha detto "Ecco, lo sapevo, dovrei farla mangiare tutta a te, per principio!"
Poi, sempre tutto immusonito, ha afferrato un altro quarto di torta e se lo è pappato in men che non si dica... La logica di quest'uomo talvolta mi sfugge.

TORTA ROVESCIATA con CIPOLLE e POMODORI

Ingredienti:
250 g pasta sfoglia
2 cipolle rosse abbastanza grandi
4 pomodori maturi
3 filetti di acciughe sott'olio
un cucchiaio capperi sotto sale
2-3 cucchiai pangrattato
peperoncino fresco
origano secco
olio evo
sale

Dissalare i capperi sotto acqua corrente e tritarli insieme ai filetti di acciughe. Tagliare a fette piuttosto spesse (circa mezzo centimetro) i pomodori e le cipolle. Ungere il fondo di una teglia da forno (a me piacciono quelle in ceramica) con poco olio evo. Cospargere con un pò di origano, sale e qualche pezzetto di peperoncino, che può essere aggiunto a piacere secondo quanto si vuole piccante. Disporre alternativamente le fette di pomodoro e di cipolla sul fondo della teglia, sovrapponendole un pò. Distribuire uniformemente il trito di capperi e acciughe su pomodori e cipolle, poi salare e cospargere con il pangrattato (serve per assorbire l'eccesso di umidità delle verdure in cottura) e con abbondante origano.


Coprire cipolle e pomodori con la pasta sfoglia e rincalzare bene i bordi all'interno della teglia in modo da sigillare le verdure. Bucherellare la pasta sfoglia con i rebbi di una forchetta.


Infornare in forno caldo a 200°C  per 25 minuti circa (la pasta sfoglia deve essere dorata). Sfornare, lasciare raffreddare e rovesciare la torta sul piatto di portata.
In questo modo la pasta sfoglia cuoce perfettamente anche al centro, senza che l'umidità della farcitura la renda molliccia! (cosa che purtroppo accade più volte di quanto mi piaccia ammettere).


E infine ecco la torta salata, sformata e profumatissima!
Buon appetito!

Torta rovesciata con cipolle e pomodori


Con questa ricetta partecipo al contest di Dolci Gusti  dal titolo "In cucina non posso fare a meno di..."


5 commenti:

  1. Che meraviglia questa torta e gli abbinamenti che fai mi sono utili perchè non uso molto capperi e alici, pur piacendomi moltissimo; mi serviva una bella ricetta per provare. Grazie di aver partecipato al contest. Vado ad aggiungere alla lista. Buona serata. Mony

    RispondiElimina
  2. anche ame piacciono tanto... l'unica in famiglia, gli altri tre si devono rassegnare a toglierli dal piatto!!! questa torta mi piace la voglio rifare!!

    RispondiElimina
  3. poverino lo capisco,nemmeno a me piacciono!!!

    RispondiElimina
  4. intravedo almeno due inesattezze storiche in questo post

    RispondiElimina