lunedì 22 agosto 2011

Alla ricerca del pranzo

Di nuovo ora di pranzo. Di nuovo un'afa insopportabile. Che faccio? Carne? Pesce? Mi fa troppo caldo...il solo pensiero di addentare qualcosa cotto sul fuoco mi fa sudare. No, no, oggi non ce la posso proprio fare. Apro il frigo in cerca di ispirazione e di refrigerio. Accidenti! La rucola sta per fare harakiri, quindi, qualunque cosa io prepari dovrà prevederla tra gli ingredienti.Guardo nel ripiano sottostante e scopro che c'è ancora mezza mozzarella di bufala, di quelle acquistate in quello splendido caseificio di Caianello, sulla via del ritorno dal matrimonio del secolo. Mamma mia quanto è buona quella mozzarella: non ne avevo mai assaggiate di così buone, appena fatte, da cui il latte gocciola copioso...ma è il momento di consumarla, dato che sono già passati 4 giorni da quando l'abbiamo presa. Il grasso della mozzarella si abbina bene al gusto amaro della rucola... in me inizia a farsi strada una certa ideuzza! Apro la dispensa e, si, mi ricordavo bene: c'è ancora quel pacco di pasta al peperoncino che mi aveva regalato mamma, di cui mi ero quasi dimenticata. Allora sarà un primo per oggi, naturalmente freddo! Manca ancora qualcosa però. Pinoli! Ne ho sempre una scorta perchè mi piacciono tanto. E in un primo dai gusti così italiani può forse mancare re pomodoro? Certo che no. Per l'appunto nell'orto ci sono tanti di quei ciliegini che aspettano solo di essere colti. Mi lascio sopraffare dalle idee, dall'entusiasmo e dalla fame. Il risultato è che mi ritrovo nella mia notoriamente calda cucina con il forno e due fuochi accesi alle 12.00 di mattina. Non sono normale io...


STRACCETTI PICCANTI FREDDI ai SAPORI ITALIANI


Ingredienti (per 2 persone):
250 g straccetti al peperoncino
80 g rucola
15 pomodorini
150 g mozzarella di bufala
2 cucchiai pinoli
olio evo
sale, pepe nero

Tostare per alcuni minuti i pinoli in una padellina antiaderente ben calda e tenerli da parte. Lavare la rucola, asciugarla e frullarla con il pimer a immersione con due cucchiai di olio evo, sale e pepe, fino a ottenere una salsina omogenea (se necessario aggiungere alcuni cucchiai di acqua). Rivestire una teglia con carta da forno e adagiarvi i pomodorini lavati e asciugati. Ungerli con un filo di olio, salare, pepare e infornare a 200°C fino a che non sono appassiti (occorrerà circa un quarto d'ora). Togliere dal forno e lasciare raffreddare.
Tagliare la mozzarella a dadini. Cuocere la pasta al dente, scolarla e raffreddarla sotto acqua corrente. Condire gli straccetti con la salsa di rucola, la mozzarella, i pinoli tostati e i pomodorini passiti. Condire eventualmente con poco olio evo, sale e pepe e amalgamare il tutto. Far raffreddare bene la pasta in frigo fino al momento di servire.

Nonostante il caldo sofferto durante la preparazione è un piatto fresco, colorato e stuzzicante, ottimo anche con l'afa!
Gli ingredienti sono i più semplici che si possa pensare: il tocco in più è dato dalla qualità delle materie prime, dalla tostatura dei pinoli e dalla cottura dei pomodorini. Questo fa si che i sapori si concentrino maggiormente e i profumi si sprigionino in tutta la loro forza.
Buon appetito!

Straccetti piccanti freddi ai sapori italiani


Con questa ricetta partecipo al contest di Cuocopercaso "Una pasta per caso"


3 commenti:

  1. Normale no ma geniale si! Si mangia con gli occhi! Slurp!

    RispondiElimina
  2. Sarà anche per caso questa pasta, ma sembra davvero buona! :)

    RispondiElimina
  3. RICETTA OK PER IL CONTEST!

    http://amicidelcappero.blogspot.com/2011/06/una-pasta-per-caso-il-contest-di.html

    RispondiElimina