domenica 23 gennaio 2011

Quando la mente vola


Siamo in quel grigio periodo tra le festività natalizie e carnevale, momento di espiazione per i peccati di gola che ci siamo concessi e in trepidante attesa dei fritti del martedì grasso. Per ora, quindi, di sughi, dolci & Co. non se ne parla proprio. Inoltre sto cercando di diminuire le porzioni di pasta e cerco di utilizzare metodi di cottura che praticamente non richiedano grassi aggiunti (e vai con cartocci, bolliti e verdure al vapore!). Ma tutta questa morigeratezza servirà a perdere almeno un paio di chili??? Speriamo.
Il problema principale del diminuire le porzioni è che praticamente ho sempre fame e, nonostante gli sforzi, diventa inevitabile, quando si avvicina l’ora del pranzo e il mio stomaco inizia a reclamare cibo, che la mia mente inizi a vagare e a immaginare nuove ricette sfiziose e abbinamenti arditi. Se in questo si riesce anche a mantenere un conteggio calorico che non sia da capogiro il gioco è fatto.
Ecco una delle mie migliori pensate degli ultimi giorni di carestia.


Crema di finocchi con panure mediterranea


I finocchi e le patate hanno proprietà diuretiche e depurative, le acciughe sono pesce azzurro ricco di acidi grassi insaturi capaci di ridurre il livello di colesterolo nel sangue, i pomodori sono notoriamente ricchi di licopene che è un ottimo antiossidante: ottimo pranzo completo con moderato apporto di calorie… che si può volere di più?!


Ingredienti per 2 persone:

2 finocchi
2 patate medie
½ l brodo vegetale
2 cucchiai  farina
5 pomodorini secchi sott’olio
4 filetti di acciughe sott’olio
1 grossa fetta di pane raffermo
Olio evo
Sale, pepe

Sbucciare le patate e tagliarle tocchetti. Lavare i finocchi e tagliarli a fette grossolanamente. In una casseruola far prendere il bollore a 100 ml di acqua e poi aggiungere le patate, i finocchi e la farina e amalgamare. Aggiungere il brodo caldo e lasciar stufare il tutto a fuoco medio per almeno 30 minuti mescolando di tanto in tanto. Se serve, aggiungere altro brodo durante la cottura.
Nel frattempo tostare la fetta di pane in forno o nel tostapane fino a farla diventare croccante, poi tagliarla a dadini molto piccoli (quasi sbriciolata). In una piccola padella far scaldare 3 cucchiai di olio e farvi rosolare per 5 minuti il pane. Tritare insieme i pomodorini e le acciughe e aggiungere al pane. Salare e pepare leggermente la panure e lasciar insaporire ancora un minuto.
Quando le patate e i finocchi sono cotti e molto morbidi aggiustare di sale e frullare tutto con il pimer a immersione. Se la consistenza risultasse troppo liquida far ritirare a fuoco medio (deve essere una crema morbida).
Servire la vellutata e cospargere con un paio di cucchiai di panure per persona.
Sono contenta che ne sia avanzata un po’ per il mio pranzo da asporto di domani perché è più buona di quanto avessi immaginato!
Buon appetito!

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Menta piperita & Co. 


1 commento:

  1. che delizia questa crema!Mi sembra già di sentire quella panure croccare sotto i miei denti, non vedo l'ora di provarla!!! Grazie per queste due ricette succulente che ci hai inviato per il contest, un bacione e tanti auguri anticipati per l'epifania! Ale ^_^

    RispondiElimina