giovedì 7 maggio 2020

Nuovi orizzonti in cucina (Pasta al ragù di soia e peperoni)

Come ho già ampiamente spiegato in un precedente post, sto cercando di ridurre il consumo familiare di carne. Non sempre mi risulta facile ma questo mi sta portando ad esplorare tutte le possibili alternative e a studiare nuove ricette. Già in passato mi ero cimentata con ricette a base di tofu (vedi qui, qui e qui), per esempio. Non è un ingrediente che mi fa impazzire, perciò devo lavorarlo bene per rendermelo gradito al palato. Fortunatamente sono onnivora! 
In questo caso ho usato come ingrediente di base un macinato di soia disidratato, un alimento di cui ignoravo completamente l'esistenza prima di iniziare a seguire le ricette di Marco Bianchi. 
E l'ho usato per farne un ragù!
In molti dicono che è uguale a quello di carne e che non si sente la differenza.
...
Ora
...
Cerchiamo di essere onesti: questo non è vero e non sarebbe nemmeno possibile! Come possono ingredienti così diversi, avere lo stesso sapore? Dai, su, questa è un'offesa alle capacità delle nostre papille gustative!
E' buono il ragù di soia? SI! E' molto buono, ma se qualche carnivoro, che ha ben presente il classico ragù, si aspetta lo stesso gusto resterà invariabilmente deluso. Certo, aspetto e consistenza possono trarre in inganno ma il sapore direi proprio di no! 
Se invece ci si approccia al piatto con una sana curiosità si scopre che ha un buon sapore e non nego che lo si può preferire al ragù di carne. Quantomeno è più digeribile (almeno per quanto mi riguarda) e lo si può mangiare un po' più spesso!
Facendo queste premesse sono riuscita a farlo assaggiare a tutta la famiglia e a renderlo gradito persino al mio supercarnivoro papà!
Quello che voglio dire è che ci vuole onestà intellettuale anche nel mangiare: non si può pretendere di ricreare dei sapori, se non artificialmente, usando alimenti diversi. Una mela saprà sempre di mela e un pomodoro, di pomodoro! Se si ha voglia di ragù di carne, mangiamo ragù di carne, se preferiamo quello di soia, ok, mangiamo quello, consapevoli che sono cose diverse e che molta della gioia della tavola sta nella varietà, nella curiosità e nella sperimentazione.

Per quanto riguarda la ricetta ho usato come base quella di Marco Bianchi e, dopo alcuni tentativi, l'ho modificata secondo i miei gusti: ho fatto il classico soffritto per dare più gusto e ho aggiunto peperoni e paprika perchè secondo me ci stanno benissimo. Il risultato ha soddisfatto tutti enormemente!



PASTA AL RAGU' DI SOIA E PEPERONI

Ingredienti (per 5-6 persone):
500 g pasta corta (penne, fusilli, mezze maniche, rigatoni...)
120 g granulare di soia
1 carota
1 cipolla
1 costola di sedano
1 spicchio di aglio
1/2 peperone rosso
100 ml vino rosso
400 ml passata di pomodoro
olio evo
paprika dolce (meglio se affumicata)
sale

Per prima cosa mettere in ammollo il macinato di soia in abbondante acqua calda per almeno una decina di minuti.
Tagliare a dadini piccoli il peperone e tenere da parte.
Preparare un trito fine con la carota raschiata, la cipolla e lo spicchio d'aglio sbucciati, la costola di sedano lavata e asciugata.
Porre il trito in un tegame capiente (meglio a bordi alti) insieme a 4 cucchiai di olio evo e far soffriggere alcuni minuti a fiamma vivace, fino a che la cipolla non è diventata trasparente. Nel frattempo scolare e strizzare il macinato di soia, poi aggiungerlo al soffritto. Aggiungere anche i dadini di peperone e far insaporire il tutto per un minuto, mescolando. Salare a piacere e insaporire con un cucchiaino di paprika.
Sfumare con il vino e quando tutto l'alcool è evaporato aggiungere la passata di pomodoro. Far prendere il bollore, poi incoperchiare, abbassare la fiamma al minimo e lasciare sobbollire almeno 40 minuti. Se il sugo si asciugasse troppo aggiungere acqua calda al bisogno durante la cottura.

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata bollente per il tempo indicato, scolare e condire con il ragù di soia. Servire subito.
Buon appetito!

N.B.1: Questo sugo si sposa benissimo anche con la pasta integrale.
N.B.2: Per una botta di sapore in più consiglio una spolverata di scamorza affumicata grattugiata.


1 commento: