martedì 17 gennaio 2017

Ricordi d'infanzia

E' tanto tempo che non pubblico ricette dolci ma niente panico! Non è che la mia produzione si è bruscamente arrestata, è solo che durante le feste ho riproposto i miei cavalli di battaglia natalizi come gli shortbread, i gingerbread e la torta di noci, oltre agli immancabili pandori, panettoni, torroni e panforti che sto ancora cercando di smaltire. Io e il maschio alfa siamo ancora in crisi iperglicemica dalle feste e non me la sento ancora di tirare fuori uova, farina, zucchero e burro per produrre qualcosa che faremmo fatica a finire (senza contare le ripercussioni sul giro vita!).
Ecco quindi che continuo con ricette salate, sebbene robuste perchè fuori fa freddo e perchè bisogna pur mangiare tutti i giorni!
Oggi un classico della cucina italiana: gli gnocchi alla romana, nella loro versione più classica.
Associo questa ricetta alla mia infanzia, quando ero molto molto inappetente ed erano veramente poche le cose per le quali ero disposta a sforzarmi pur di mangiarne un piatto intero. Gli gnocchi alla romana erano uno di quei piatti.  I miei genitori li prendevamo in una rosticceria vicino a dove lavoravano e io ne andavo letteralmente pazza. Come adesso, d'altra parte.  Solo che adesso posso prepararmeli da sola e sono proprio come li ricordavo: morbidi, delicati e deliziosi!
Buon appetito dunque!



GNOCCHI alla ROMANA

Ingredienti (per 3 persone):
125 g semolino
500 ml latte
25 g burro+ burro per la gratinatura
2 tuorli
50 g parmigiano reggiano grattugiato (o grana)+ per la gratinatura
noce moscata
sale
pepe nero

In una casseruola scaldare il latte insieme al burro, una presa di sale, una generosa grattugiata di noce moscata e poco pepe nero appena macinato. Quando il latte inizia a sobbollire versare a pioggia il semolino mescolando con una frusta. Cuocere il semolino a fuoco molto basso per un paio di minuti mescolando continuamente: deve addensarsi e iniziare a staccarsi dalle pareti del tegame. Togliere la casseruola dal fuoco e aggiungere il parmigiano grattugiato e i tuorli, sempre mescolando.
Ungere con un po' di burro una teglia e stendervi il composto ancora caldo di semolino: deve avere uno spessore di circa 1 cm. Lasciare raffreddare circa 40 minuti, poi ritagliare gli gnocchi usando un tagliapasta o, come nel mio caso, uno stampino rotondo per biscotti (o di qualunque altra forma). Reimpastare i ritagli di impasto, stenderlo di nuovo e continuare fino ad esaurimento. Imburrare bene una teglia e disporre gli gnocchi leggermente sovrapposti. Cospargere con ulteriore parmigiano grattugiato (o grana o pecorino stagionato) e fiocchetti di burro. Infornare per gratinare 15-20 minuti a 200°C. Sfornare quando ai bordi degli gnocchi inizia a formarsi la crosticina brunita. Servire caldi.
Buon appetito!


3 commenti:

  1. Adoro gli gnocchi alla romana sono cosi morbidi e saporiti ed i tuoi sono perfetti!!Baci,Imma

    RispondiElimina
  2. Leggo con molto piacere sia le tue ricette dolci che salate, quindi per quanto mi riguarda puoi continuare senza problemi :-)
    Anche io li faccio così e sono così buoni... gnam... da secoli però che non li cucino, grazie per averli postati!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  3. io li adoro e piacciono moltissimo ai miei figli, quindi diventa veramente uin piatto delle feste

    RispondiElimina