giovedì 10 luglio 2014

Fame da babbuino

Mi accingo a festeggiare ben 2 mesi di carestia: per la prima volta riesco ad avere sufficiente forza di volontà da limitare l'attività mangereccia delle mie fauci voraci. D'altronde non è che abbia molta scelta: o perdo qualche chilo o mi rifaccio il guardaroba, cosa che mi piacerebbe moltissimo, se avessi fondi illimitati ma che, purtroppo, non ho. Le prime settimane sono state le più dure, avendo diminuito porzioni e condimento, ma di fatto anche ora sono sempre affamata....una fame da babbuino! Non avevo idea che questi animali fossero così attratti dal cibo ma, che diamine, lo sono eccome! E io che pensavo che mangiassero solo banane e noccioline! La rivelazione di questa inaspettata verità è giunta senza preavviso mentre eravamo a Capo di Buona Speranza. Ci eravamo fermati per fare alcune foto alla bellissima costa: non c'era nessuno nei paraggi e lasciammo il portello dell'auto aperto. A un centinaio di metri avvistammo una coppia di babbuini con il cucciolo. Non avevano paura e si avvicinavano, prima lentamente, poi correndo, tanto che abbiamo dovuto scansarci per non essere caricati. Nemmeno il tempo di pensare che l'ardimentoso babbuino ha puntato l'auto e ed è entrato. Scene di panico: chi rideva, chi cercava di farlo scendere battendo sui vetri...personalmente ho optato per una serie di urla isteriche!
Il curioso babbuino ha poi iniziato a maneggiare il cruscotto e, ahimè, il mio zaino. Mi si è gelato il sangue nelle vene appena ho realizzato che dentro c'erano dei dolcetti, da cui evidentemente il babbuino era attratto, e i passaporti mio e del maschio alfa. Se fosse scappato via con la mia borsa con quale coraggio avrei potuto denunciare un furto di documenti da parte di una scimmia???
In quel momento mi sono agitata più che mai, fino a che non mi sono accorta della babbuina femmina seduta accanto a me che, sbadigliando, esibiva enormi, affilatissimi canini di circa 15 cm. Mi sono ricordata allora degli ammonimenti del medico "stai lontana dalle scimmie: mordono e graffiano trasmettendo malattie come rabbia e AIDS"....mi sono subito placata per non farla arrabbiare.
Nel frattempo quel bellimbusto del compagno era sceso dall'auto portandosi via solamente il sacco dell'immondizia, per fortuna. Ed eccolo qui, con il suo magro bottino: una carta sporca di cioccolato ha salvato i miei passaporti!



Oltre al danno la beffa: arrivati al faro del Capo di Buona Speranza abbiamo trovato questo cartello.

 E grazie!....ce lo avessero detto prima magari!!!

Per evitare che a breve pure io mi ritrovi a leccare la carta della cioccolata cerco di mangiare poco, bene e soprattutto pietanze che, anche se non soddisfano la mia voglia di dolce, soddisfano comunque egregiamente i miei occhi e la mia pancia, come questa deliziosa e coloratissima insalata di pollo: trovo che sedano, funghi, peperoni, cipolla e patate stiano benissimo insieme. Ah! Importante: anche il condimento è light! ;-)



INSALATA di POLLO e PATATE alla SENAPE

Ingredienti ( per 4 persone):
1 pollo spellato e tagliato a pezzi
1 peperone
2 grosse patate
2 costole di sedano
1 cipolla di Tropea fresca
10-15 funghi champignon
1 mazzetto di rucola
lattuga
1 limone
salsa di senape in grani
olio evo
sale

Sbucciare le patate e tagliarle a dadi, poi lavare il pollo e asciugarlo. Cuocere pollo e patate al vapore per circa 45 minuti. Nel frattempo lavare bene tutte le altre verdure e asciugarle. Tagliare a listarelle il peperone (dopo aver eliminato i semi e le parti bianche interne) e le costole di sedano, affettare la cipolla di Tropea sbucciata e i funghetti. In una ciotolina emulsionare bene 2 cucchiai abbondanti di senape, il succo del limone, 3 cucchiai di olio evo e una presa abbondante di sale. Quando il pollo è cotto farlo raffreddare un poco e disossarlo a mano in modo da ottenere dei bocconcini. Disporre nel piatto qualche foglia di insalata, il pollo, le patate, e tutte le altre verdure tagliate e condire con la salsa alla senape. Servire subito.
Buon appetito!



4 commenti:

  1. prendo nota, perché dovrei attaccarmi la mangiatoia sul soffitto per rimettermi in linea, con ricette così invece posso ancora ambire ad avere un piatto in tavola. baciii

    RispondiElimina
  2. Ahahaahahahahah ma dai!!!!! ahahah immagino che paura.. ma davvero. pensa se ti fregava lozaino con i passaporti.. vallo davveroa spiegare! :-) Fortuna è andato tutto bene.. Magari certo..se i cartelli li mettessero prima .-D.. Ottima l'insalata di pollo invece.. son semrpe ben accette buone idee..smack

    RispondiElimina
  3. Ciao Jeggy come al solito mi sono divertita moltissimo a leggerti! Conosco molto bene anche io la fame da babbuino: per me è una condizione stabile, tranne quando sono in vacanza, perché avere belle cose da fare e da vedere mi fa dimenticare il cibo e quando mi siedo a tavola, visto che di solito mi muovo molto mangio senza pensieri! Fosse sempre così.... Comunque mi salvo questa bella insalatina, bacioni :)

    RispondiElimina
  4. AHAHAHAH! Esperienza davvero divertente! Non sapevo che il babbuino fosse così famelico.... forse nella vita precedente era un babbuino, in questa ho cambiato sembianze ma la fame mi è rimasta! Bella e colorata la tua insalata!!!!!

    RispondiElimina