lunedì 1 ottobre 2012

Cena alternativa

Premetto che mangiare mi piace (se non si fosse capito) e mi piace sia la quantità che la qualità. Però quando è troppo, è troppo. Non è nemmeno un mese che sono a casa e già mi sembra di scoppiare. La mia disoccupazione fa si che io sia a casa per pranzo ogni giorno e, dato che sono sola, la soluzione più naturale è pranzare dai miei, che abitano molto vicino. Un unico problema: se non si mangia primo, secondo, contorno, frutta non può essere classificato come pranzo, al massimo spuntino.Considerando che negli ultimi anni mi sono abituata a mangiare una sola portata a pasto, seppur abbondante e con le ovvie eccezioni di uscite, feste e ricorrenze, si fa presto a capire come un pranzo completo ogni giorno mi provochi un certo appesantimento e una fantastica sonnolenza pomeridiana.
La sera, molto spesso, mi scopro a non essere affamata ma, per evitare di arrivare a mezzanotte e aver voglia di addentare anche il tavolino, mi costringo (si vabbè....non è poi una così grossa violenza) a una cena più frugale, di solito a base di verdura.
Potrei controllarmi di più a pranzo invece di abbuffarmi? In linea teorica si, solo che quando ho davanti tutto quel ben di dio la mia forza di volontà migra in luoghi lontani e la mia gola prende decisamente il controllo della situazione.
E allora c'è bisogno di qualche escamotage serale per evitare di brucare la solita insalata o i soliti spinaci saltati: questa, secondo me, è una valida alternativa.


Patate. Ebbene si, sono delle banalissime patate al vapore: leggere ma molto sazianti. Però le patate bollite sono noiose! Ecco allora che le ho condite con una salsina sorprendente a base di birra, più delicata di quanto si possa immaginare ma abbastanza saporita da rendere queste patate un contorno speciale o, nel mio caso, un appetitoso piatto unico!

PATATE alla BIRRA

Ingredienti (per 3 persone):
600 g patate
1 cipollotto bianco fresco
100 ml birra chiara
1 cucchiaio di senape
alcune foglie di salvia fresca
olio evo
sale, pepe nero

Sbucciare le patate, tagliarle a tocchetti e cuocerle al vapore (oppure bollirle) una ventina di minuti. Scolarle e lasciarle raffreddare. Tritare molto finemente il cipollotto. Preparare il condimento: riunire in una ciotolina la birra fredda, la senape, il cipollotto tritato, 3-4 cucchiai di olio evo, una presa di sale e del pepe nero (meglio se appena macinato) ed emulsionare il tutto con una forchetta. Condire le patate ormai fredde con la salsina preparata e profumare con alcune foglie di salvia spezzettate. Servire subito oppure conservare in frigo per il giorno successivo.
Buon appetito!

12 commenti:

  1. Il tuo articolo è bellissimo...l'ho letto davvero con piacere,mi hai fatto morire dal ridere!
    E poi queste patate sono splendide,non sapevo si potessero cucinare così,le proverò a fare sicuramente,sai com'è,il bicchierino di birrina chiara a casa mia non manca mai :)

    RispondiElimina
  2. che meraviglia il pranzo dalla mamma... macché sensi di colpa serali! te che hai una mamma che cucina hai il dovere morale di sfruttarla, in nome tutti quelli che sono cresciuti a bastoncini findus e patate pre-fritte (come me!) :-)

    RispondiElimina
  3. e si,le patate non sono mai banale...questa salsetta mi piaceee troppo,me la segno..baci,buon lunedi:)

    RispondiElimina
  4. no no non puoi dirmi che la patata salva ogni menù è banale, no no. E così come l'hai preparata tu proprio non lo è, per non parlare di quella salsina...

    RispondiElimina
  5. wow particolarissime queste patate alla birra, mi sa che ti copio la ricetta ^_*
    Tiziana

    RispondiElimina
  6. Ciao Jeggy, queste patate sono proprio buone, la salsina alla birra mi dice benissimo. Già dopo il Belgio la birra la metterei anche nel latte per colazione al posto del caffè! E non preoccuparti troppo per la linea, più ci si pensa e più si lievita, non so com'è ma per me è così. Un bacione a presto

    RispondiElimina
  7. Patate alla birra??? Questa non me la devo proprio far scappare, sono così particolari che tanto non me le dimenticherò! Ecco come trasformare un piatto semplice in qualcosa di delizioso, mi hai davvero incuriosita.
    ciaoooooooo

    RispondiElimina
  8. Ciao!
    Intanto grazie per essere passata da me... ricambio volentieri e mi iscrivo pure... perchè sei proprio simpaticissima... mi piuace come introduci tutte le tue ricette....

    A presto!

    RispondiElimina
  9. Davvero una bella idea per un'insolita patata lessa, brava!!
    ...mi raccomando, se fai la torta Pearl Jam poi la vogliamo vedere eh :D

    RispondiElimina
  10. Grazie per gli auguri e sono sicura che anche le veneziane ti verranno benissimo! Bacio

    RispondiElimina
  11. Provala l'acqua pazza, è leggera e saporita e si adatta a molti tipi di pesce. Un bacione

    RispondiElimina
  12. Interessante1!!! da provare!!! mi spiace, non sapevo della disoccupazione, consolati con lauti pranzi, per nn ingrassare basta tenersi leggere a cena!!!

    RispondiElimina