martedì 8 febbraio 2011

Influenza?

E' periodo di influenza... c'è poco da fare: mezza Italia è a letto con febbroni da cavallo. E io? 37° C al massimo. Quello che dovrebbe essere motivo di gaudio in realta non lo è, dato che, pur non avendo più la febbre, mi sento uno straccio a causa di una tosse cavernosa che mi tormenta ormai da una settimana, impedendomi perfino di dormire tranquilla. Ormai la sensazione prevalente è quella di un tir che transita avanti e indietro sopra il mio addome cosicchè i miei poveri, rachitici muscolini addominali fanno un male tremendo. Uffa! Non essendo la tosse considerata ufficialmente "malattia" non posso nemmeno restarmene tranquillamente a casa a drogarmi di tisane, lamentarmi e guardare la tv... no! Ecco da dove scaturisce la lieve invidia che nutro verso chi è febbricitante!
In tutto questo la voglia di mangiare (e di cucinare) è notevolmente diminuita (per fortuna!) e sono alla continua ricerca di piatti salutari, ricchi di vitamina C che mi aiutino a rimettermi in forma senza prendere farmaci. Mi rifiuto di ingerire quei disgustosi sciroppi che mi provocano un sonno tremendo: trascorrere intere giornate in trance non mi alletta per niente. Già al naturale il mio livello di rincoglionimento non è affatto male.

Insomma, vista la stagione, per l'occasione ho rispolverato un grande classico: insalata di finocchi e arance. Niente di più semplice e veloce da preparare, anche quando si è in precarie condizioni fisiche.


Insalata di finocchi e arance




Ingredienti:
1 arancia
1 finocchio
olive nere
olio evo strabuono
sale, pepe

Lavare bene il finocchio e tagliarlo a metà. Affettarlo molto sottilmente e distribuirlo su un grosso piatto o vassoio. Condire il finocchio con poco sale, un filo d'olio e una macinata di pepe nero. Pelare al vivo l'arancia e tagliarla a spicchi. Distribuire l'arancia sopra i finocchi e decorare con le olive nere.
E' vero, si tratta di un piatto freddo, ma per chi ha la gola molto irritata come la sottoscritta è davvero un toccasana. E poi cosa c'è di meglio di frutta e verdura di stagione?
Buon appetito.

Nessun commento:

Posta un commento