sabato 27 novembre 2010

Evviva il riciclo!

Non amo gli sprechi, anzi, a dire il vero non li sopporto proprio, specialmente in cucina. Si sente sempre un gran parlare della fame nel terzo mondo ma la realtà è che ci sarebbe sufficiente cibo per tutti se fosse equamente distribuito. Siamo così fortunati da essere nati nella parte di mondo più ricca e spesso non ce ne rendiamo nemmeno conto. Per questi motivi ritengo che buttare tutto ciò che può essere edibile, sia una grossa mancanza di rispetto verso chi ogni giorno deve lottare per nutrirsi.
Infatti, solo in rarissime occasioni lascio qualcosa nel piatto quando mangio (forse ho capito perchè sono un po’ rotondetta!) anche se  il sapore non è eccelso; ecco perché in cucina cerco sempre di utilizzare tutto quanto ho a mia disposizione.
E poi, chi l’ha detto che non si possano preparare piatti gustosissimi con degli avanzi? La ricetta di oggi ne è un esempio lampante! Perfino la mia mezza mela la adora!
Non siamo dei gran mangiatori di pane, così, spesso e volentieri ne avanza a casa (a chi non succede?): non è che posso riciclarlo per più di qualche giorno sotto forma di bruschetta! Quando è diventato bello secco, che sembrerebbe da buttar via, io ci preparo dei fantastici gnocchi! Eccoli qui!




Giusto la scorsa settimana mi era avanzato dell’ottimo pane con germe di grano, superbuono e superbiologico che però, dai e dai, è diventato troppo duro da rosicchiare… mi dispiaceva troppo buttarlo, così mi sono messa a lavoro.


Ingredienti per 3/4 persone:

·         Circa 200 g di pane raffermo
·         1 grossa salsiccia fresca
·         1 uovo intero
·         50 g parmigiano grattugiato
·         Noce moscata
·         Prezzemolo fresco
·         5 cucchiai di farina + 100 g per il piano di lavoro
·         500 ml latte
·         100 g burro
·         6 foglie di salvia
·         Sale, pepe


Scaldate il latte e poi versatelo in una ciotola sul pane secco a pezzi e lasciatelo ammorbidire per qualche ora. Una volta che il pane si è ammollato ben bene strizzatelo meglio che potete per eliminare il liquido in eccesso e mettetelo nel mixer insieme alla salsiccia, il parmigiano, le foglie di prezzemolo, la farina, un’abbondante macinata di noce moscata, l’uovo intero e aggiustate di sale e pepe.
Frullate tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo che possa essere facilmente lavorato a mano: se dovesse risultare troppo morbido aggiungete altra farina e frullate di nuovo.
Preparate un piano di lavoro ben infarinato e prelevate il composto dal mixer a cucchiaiate. Lavoratelo a mano così da ottenere un rotolino da tagliare poi a tocchetti (vedi foto sotto da cui si può apprezzare anche il mio bellissimo smalto nuovo!).



A me piacciono di forma abbastanza irregolare perché così danno più l’idea di rustico!
Fate scaldare in una larga padella il burro con le foglie di salvia spezzettate.
Fate bollire abbondante acqua in una pentola e cuocetevi gli gnocchetti: quando vengono a galla sono pronti per essere recuperati con una schiumarola e tuffati nel burro fuso aromatizzato alla salvia. Fateli saltare a fiamma vivace per alcuni minuti, poi serviteli ancora fumanti cosparsi di parmigiano (facoltativo).
Lo so: il colesterolo avrà un’impennata al secondo gnocchetto, però…Gnam gnam!

Gnocchetti di pane

Nessun commento:

Posta un commento