martedì 19 ottobre 2010

I colori dell'autunno


Si può dire che l’autunno è ufficialmente iniziato con annessi e connessi: giornate poco luminose, cielo che esibisce tutte le sfumature di grigio e foglie che cadono. Anche la temperatura sta scendendo inesorabilmente e si inizia a vedere la prima nebbia nei campi al mattino. Questo periodo mi mette sempre una gran tristezza, specialmente perché i ricordi dell’estate appena trascorsa sono ancora troppo vivi. Così, per rallegrarmi un po’, cerco di cucinare più “colorato”!
Lo scorso weekend ho invitato alcune amiche a pranzo (buttando letteralmente fuori casa il tizio con cui abito), così ho deciso di optare per uno dei miei cavalli di battaglia: la vellutata di zucca con porcini.
E’ un piatto leggero (molto da donnine!) ma di sicuro effetto; e poi è bene approfittarne perché la zucca e i funghi adesso sono di stagione! Inoltre la sera prima mi ero scofanata tanta di quella trippa e lampredotto che dovevo per forza cercare di mangiare più leggero!
Mi piace l’idea della stagionalità degli ingredienti perché il sapere che non sono disponibili tutto l’anno li rende in qualche modo speciali (senza contare che gli alimenti di stagione sono infinitamente più saporiti e più a buon mercato… infatti si trovano spesso anche nell’orto di fronte a casa mia [leggi orto di mio suocero] ).
Ma passiamo alla ricetta vera e propria.

INGREDIENTI (per 3-4 persone):
-          Circa 1,2 kg zucca pulita
-          2 patate (medie dimensioni)
-          Circa 300 ml latte
-          Funghi porcini congelati 500 g circa
-          Acqua
-          2 spicchi di aglio
-          Olio extravergine di oliva (3 cucchiai)
-          Sale, pepe, noce moscata

Innanzitutto occorre sbucciare le patate e la zucca; poi tagliare tutto a dadini e mettere in una pentola abbastanza capiente (io uso quella in cui cuocio la pasta, tanto per intendersi). Aggiungere acqua e latte in parti uguali (o in parti variabili secondo il proprio gusto personale) fino a coprire appena le verdure. Far cuocere a fuoco vivace fino a che non inizia l’ebollizione: solo a quel punto abbassare la fiamma e far cuocere lentamente, con coperchio, per almeno mezz’ora (o fino a che sia la zucca che le patate non si spappolano) mescolando ogni tanto con un cucchiaio di legno.
Verso fine cottura salare a piacere e grattugiare abbondante noce moscata (a me piace da impazzire… sarà perché contiene sostanze allucinogene che creano dipendenza?).
Una volta terminata la cottura togliere dal fuoco e frullare tutto con il mixer a immersione fino ad ottenere una crema. Se l’aspetto appare troppo acquoso si può rimettere sul fuoco fino a che non raggiunge la densità desiderata.
Mentre la zucca cuoce si preparano i funghi: io ho usato quelli congelati da mia suocera (per mia fortuna mio suocero quest’anno ne ha trovati tantissimi [lo stesso dell’orto: santo subito]).
Soffriggere 2 spicchi di aglio con l’olio in una padella antiaderente, poi toglierli e ho aggiungere i funghi ancora surgelati. Lasciar cuocere a fiamma non troppo alta per circa 15 minuti, poi salare e pepare a fine cottura.
Impiattare la vellutata calda e cospargerla con i funghi porcini e, a chi piace, con del parmigiano grattugiato.
Le mie amiche l’hanno adorata, perciò… buon appetito!

Vellutata di zucca con porcini

Con questa ricetta partecipo al contest tutto autunnale di Samaf!


1 commento:

  1. ... ma che meraviglia...posso averne una porzione? ciao

    RispondiElimina