sabato 18 settembre 2010

La mia prima volta

Mettiamo subito in chiaro le cose: io NON sono una cuoca! E nemmeno pretendo di diventarlo! Tuttalpiù posso provare a cucinare... perché? Perché mi piace provare cibi nuovi e soprattutto perchè io adoro mangiare, anzi, io adoro mangiare bene! Certo, questo non implica dover andare tutti i giorni al ristorante (anche se sarebbe bello!). Purtroppo il mio lavoro ha comportato una certa deformazione professionale: fare il chimico vuol dire anche venire a conoscenza di tante schifezze che vengono deliberatamente inserite in ciò che mangiamo anche solo per migliorarne l’aspetto. Tutto questo mi ha reso spesso diffidente verso piatti pronti, cibi conservati e in generale verso la produzione industriale di alimenti e mi ha spinto sempre di più ad avere maggiore attenzione per la qualità degli ingredienti, per i metodi di cottura… insomma per tutto quello che riguarda la cucina!
L’idea di questo blog nasce dalla voglia di condividere le mie sperimentazioni culinarie (sul risultato non assicuro niente!) e gli aspetti chimici a loro connesse.. perché, in fondo, lavorare in cucina è come stare in un laboratorio chimico!

Ok... Il primo piatto che ho preparato è una cosa molto semplice, veloce, fresca e che può essere preparato anche il giorno prima, adatta anche in caso di pranzi e cene informali a buffet: “orecchiette estive”.
Per 2 persone ho usato circa 200 g di orecchiette, dato che sarebbe stato un piatto unico (se si ha intenzione di mangiare anche il secondo forse è meglio diminuire un pochino le dosi!), una confezione di fiocchi di latte, una decina di funghi champignon, pomodorini Piccadilly, una manciata di pinoli (anche se nella foto non si vedono assicuro che ci sono) e olive nere denocciolate a piacere.
Ho messo a bollire l’acqua per la pasta e nel frattempo ho lavato e asciugato pomodorini e funghetti, che poi ho tagliato rispettivamente a tocchetti e a rondelline sottili. Per quanto riguarda i pomodori non elimino mai semi e acqua interna, sia perché sono pigra (!!!), sia perché in una pasta fredda un pò di liquido aumenta il condimento senza aggiungere troppo olio. Inoltre l’acidità del pomodoro aiuta a non far annerire i funghetti!
Una volta mescolati in una ciotola pomodori, funghi e pinoli ho aggiunto le olive tagliate a rondelle e i fiocchi di latte e ho condito il tutto con un filo di olio (sempre extravergine di oliva), sale, pepe e abbondante origano. Io ho aggiunto di quello fresco appena colto dal giardino ma va benissimo anche quello secco!
Una volta cotte le orecchiette, le ho scolate e le ho passate sotto l’acqua fredda per fermare la cottura e poi le ho mescolate con il condimento.
Secondo me è meglio lasciare insaporire il tutto in frigo per almeno 30 minuti ma se avete fame il piatto è subito pronto!



2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Grande idea, complimenti!
    Seguirò con passione ed entusiasmo gli sviluppi.
    In bocca al lupo!

    RispondiElimina