domenica 17 aprile 2016

I soliti idioti

Domenica. Pranzo a casa. Cielo limpido e sole. Due idioti alle prese con una bistecca da cuocere sul barbecue in giardino. Lui, indaffarato intorno al braciere tra pigne, carbone e legnetti con tanto di sbaffo nero sulla faccia; lei, impegnata in cucina. Ad un tratto lei deve uscire sul terrazzo per buttare la spazzatura, facendo attenzione ad accostare bene la porta di casa che altrimenti la gatta scappa e... accosta troppo. "Tesoro! Mi sono chiusa fuori di casa! Vabbè, passami le chiavi di scorta che ha tua mamma, così rientro." Lei rientra in casa e poggia le chiavi di scorta sul tavolo in cucina, accanto agli altri 2 mazzi. Fine primo atto.
Secondo atto. Lei davanti al barbecue a cuocere la carne e ad arrostire il pane; lui in casa che apre il vino e apparecchia la tavola. Lui esce sul terrazzo per buttare la spazzatura e accosta la porta perchè altrimenti la gatta scappa e....accosta troppo. "Cara, mi sono chiuso fuori di casa! Passami le chiavi di scorta che hai reso a mia mamma, così rientro".
"WJ%CBV!!!UA&(HDGX?/!!!.....Le chiavi sono tutte in casa!!!" Seguono momenti di intenso nervosismo e ipotesi di scasso stile Mission Impossible.
Fortuna vuole che l'amico falegname abiti a 1 km di distanza. Fortuna vuole che tale amico quella particolare domenica fosse a casa e si sia reso disponibile per aiutare i 2 poveri idioti (E' proprio vero il detto "Dio li fa e poi li accoppia"). Fortuna vuole che l'amico sia riuscito a riaprire il portone senza spaccare nè porta, nè finestre ma arrampicandosi sulla scala per entrare dalla finestrella della soffitta.
Come dire: chi non ha cervello abbia gambe, o almeno un amico falegname nei paraggi!

In tutto questo trambusto ho trovato comunque il tempo di preparare dei crostini per antipasto e sono decisamente a prova di idioti (perchè si, eravamo io e il maschio alfa i 2 poveri scemi senza chiavi): 5 minuti e sono pronti per essere serviti. Ottimi da preparare all'ultimo minuto, soprattutto se si è fortemente in ritardo sulla tabella di marcia del pranzo perchè ci si chiude fuori di casa!
La ricetta, che poi una ricetta non è, l'ho presa da Nigella che, mi pare di capire, è una grande fan dell'avocado, proprio come me: posta sempre un sacco di foto di pane tostato con spiaccicato sopra dell'avocado che mi ha fatto venire una gran voglia di provare. Beh, neanche a dirlo, ha ragione: è fantastico nella sua semplicità!



CROSTONI con AVOCADO e CIPOLLOTTI

Ingredienti:
1 avocado molto maturo e morbido
pane toscano
1 cipollotto di Tropea fresco
succo di limone
tabasco
olio evo
sale

Tagliare a metà l'avocado, eliminare il nocciolo e recuperare la polpa in una terrina. Aggiungere un cucchiaio di succo di limone, una presa di sale e qualche goccia di tabasco e spappolare tutto grossolanamente con una forchetta. Attenzione: per fare ciò occorre che l'avocado sia molto, molto maturo, con la polpa talmente morbida da non poter essere praticamente tagliata a fette.
Tagliare a fette il pane e tostarlo alcuni minuti in forno molto caldo: a me piace che sia croccante fuori e ancora morbido dentro ma dipende dai gusti personali. Spalmare la crema di avocado sul pane tostato e guarnire con il cipollotto affettato ad anelli e un filo di olio evo. Facoltatico qualche fiocco di sale nero, giusto per dare un tocco di colore. Servire subito.
Buon appetito!


4 commenti:

  1. Ahahahahaa devo dire che vista da fuori la cosa è davvero divertente!!!!! Suggerisco di insegnare alla gatta a saltare sulla maniglia per aprire, tanto a questo punto...... Crostoni davvero gustosi ed invitanti!!!

    RispondiElimina
  2. Ahahahahaa devo dire che vista da fuori la cosa è davvero divertente!!!!! Suggerisco di insegnare alla gatta a saltare sulla maniglia per aprire, tanto a questo punto...... Crostoni davvero gustosi ed invitanti!!!

    RispondiElimina
  3. Ossignur ahahahaah scusa se rido...ma la situazione per chi legge (non certo per chi l'ha vissuta) è troppo divertente! fortuna avere un tale amico!!! Buonissimi i crostini invece.. un bacione e buon lunedì :-*

    RispondiElimina
  4. divertentissimo il tuo racconto :-) fareste una bella tripletta con mio figlio che ha 22 anni ma da SEMPRE perde e dimentica le chiavi (tutte: quelle di casa - anche quella degli altri che, poveri ingenui, gliele affidano di scorta appunto) quelle della macchina - anche quelle di scorta, anche quelle delle macchine degli altri quando le guida....) ma non capisco perchè...uhm... ora che ci penso: il tuo racconto mi ha fatto sbellicare, mio figlio mi fa inca***** dici che sono incoerente? :-)))))

    RispondiElimina