domenica 10 aprile 2016

Estasi primaverile

E' indubbiamente primavera e io sono estasiata di fronte a questo clima: mi viene voglia di uscire, passeggiare, stare all'aria aperta e godermi il tepore del sole. Tutte le mie paturnie invernali sono passate e sento di nuovo quella voglia di fare che si accompagna a giornate soleggiate e miti. La cucina non può che assecondare il mio buonumore.
Se esiste una pietanza che secondo me "fa primavera" questa è sicuramente la torta salata perchè è allegra, colorata, conviviale e facilmente trasportabile per i pic-nic d'ordinanza. E' informale perchè puo essere mangiata con le mani e personalizzabile secondo i propri gusti (o secondo cio che c'è in frigo!), nonostante ne esistano anche versioni più classiche, per non dire storiche, come la torta Pasqualina o la quiche Lorraine. Negli ultimi tempi sto riscoprendo il piacere di preparare (e mangiare) le torte salate: un tipo di preparazione che avevo lasciato un po' nel dimenticatoio, chissà poi perchè! Molto probabilmente è stata la scoperta della pasta brisee a ricondurmi verso le torte salate, le quiche in particolar modo. Sarà che è più veloce da preparare in casa, sarà che cuoce meglio, fatto sta che con la sua consistenza biscottata la preferisco di gran lunga alla pasta sfoglia.
Già qui ne avevo proposta una deliziosa versione aromatizzata alla senape. Stavolta, invece, l'ho preparata nella sua versione neutra, a fare da guscio ad un ripieno che è un trionfo di gusto: porri e salmone affumicato. Da leccarsi i baffi!



QUICHE di SALMONE  AFFUMICATO e PORRI

Ingredienti:
Per la pasta brisee
200 g farina 00
100 g burro freddo
70 ml acqua ghiacciata
sale

Per il ripieno
200 g salmone affumicato
2 porri
250 ml panna fresca
2 uova
erba cipollina fresca
olio evo
sale

La pasta briseè:
Frullare nel mixer la farina con il burro freddo tagliato a dadini e una presa di sale fino a ottenere un composto sabbioso. Disporre il composto a fontana su una spianatoia, aggiungere l'acqua ghiacciata al centro e impastare velocemente fino all'omogeneità. Lasciare riposare in frigo almeno un'ora, avvolta nella pellicola.

Trascorso il tempo stendere la briseè tra 2 fogli di carta forno ad uno spessore di circa mezzo centimetro e adagiarla in una teglia rotonda di circa 26 cm di diametro. Pareggiare i bordi prima di procedere con il riempimento.

Preparare il ripieno: lavare i porri e affettarli. Scaldare in un tegame un paio di cucchiai di olio evo e farvi stufare i porri per una decina di minuti (aggiungere anche mezzo bicchiere di acqua per evitare che i porri si brucino). Spengere il fuoco e far raffreddare.
Mescolare i porri con il salmone tagliato a striscioline sottili e distribuire tutto nel guscio di pasta brisee. A parte sbattere appena la panna con le uova, l'erba cipollina tritata e una presa di sale. Versare il composto di uova sui porri e lasciare che si distribuisca uniformemente su tutta la superficie. Cuocere la quiche in forno caldo a 180° C per 35-40 minuti. La superficie deve brunirsi leggermente. Sfornare e lasciare raffreddare completamente prima di servire.
Buon appetito!


4 commenti:

  1. Hai ragione, fa sempre piacere mangiare una fetta di questa torta !

    RispondiElimina
  2. A chi lo dici..io amo le torte salate!!! Ottimo il tuo ripieno col salmone.. smackk

    RispondiElimina
  3. Ottima torta Jeggy, il salmone ha sempre una marcia in più!

    RispondiElimina
  4. Una deliziosa torta salata, molto invitante, brava!

    RispondiElimina