giovedì 4 settembre 2014

La mia pasta fredda

Era il 1998, l'estate dei Mondiali di calcio in Francia. Avevo 17 anni e scambiavo languide occhiate con un imberbe e allampanato maschio alfa . Non sapevo quasi cucinare e, come oggi, fondamentalmente di calcio non mi importava nulla.
Però era bello, la sera, guardare le partite insieme agli amici e organizzare le prime cene da soli, in giardino. E' stato in una di quelle sere che ho imparato a preparare i funghi crudi trifolati.
Sempre una di quelle sere la mamma di un'amica mi ha insegnato a preparare LA pasta fredda. Semplicemente perfetta. Da allora è così che la faccio, immutata di anno in anno, fresca e profumata come l'estate e la mia adolescenza.

Io ho usato le armoniche tricolori, perchè quelle avevo a disposizione al momento, anche se le istruzioni della mia maestra dicevano che le ruote sono il formato perfetto di pasta in questo caso.



PASTA FREDDA

Ingredienti (per 2-3 persone):
250 g pasta corta
30 pomodorini maturi
1 mozzarella
80 g tonno al naturale (ma va bene anche all'olio)
1 manciata di capperi sotto sale
olive nere
1 spicchio d'aglio
basilico
olio evo
aceto di vino
sale, pepe nero

Lavare e asciugare i pomodorini e 5-6 foglie di basilico, sgocciolare bene il tonno e la mozzarella, dissalare i capperi sotto acqua corrente. Sbucciare l'aglio, tagliarlo a fettine e unirlo in una terrina ai pomodorini tagliati a metà, il tonno sbriciolato, i capperi, il basilico spezzettato a mano (non tagliare il basilico con delle lame perchè si ossida e annerisce). Aggiungere anche una manciata di olive nere (se denocciolate possono anche essere tagliate a fettine) e la mozzarella tagliata a dadini. Condire con abbondante olio evo, una presa di sale, del pepe nero (facoltativo) e un cucchiaio di aceto (da non tralasciare: rende il piatto più appetitoso). Cuocere la pasta (io la preferisco al dente) in abbondante acqua salata per il tempo necessario secondo il formato, scolarla e passarla velocemente sotto un getto di acqua fredda per fermare la cottura ed evitare che scuocia. Scolare nuovamente la pasta per eliminare tutta l'acqua di raffreddamento e condire immediatamente con il sughetto freddo preparato, mescolando bene. Riporre in frigo almeno per un'ora prima di mangiare.
Buon appetito!


4 commenti:

  1. Io la adoro la pasta fredda.. una delle cose che più amo dell'estate!! Buonissima la tua versione.. bella ricca.. smack e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  2. ADORO LE INSALATONE DI PASTA, OTTIMA LA TUA VERSIONE!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  3. Adoro la pasta fredda, questa estate per via della dieta a basso (zero) contenuto di zuccheri/carboidrati non l'ho mangiata neanche una volta, ma questa mi ispira da impazzire, dev'essere proprio buona, beato chi se la pappa!!
    A presto,
    ciao ciao
    :-*

    RispondiElimina
  4. Ciao Jeggy, ma pensa che questa estate balorda non mi ha visto preparare nemmeno un'insalata. Adesso però qui in Liguria ci sono alcune giornate di una bellezza sfolgorante, quindi chissà magari ti copio, perché la tua insalatona merita proprio! bacioni buon we :)

    RispondiElimina