sabato 21 settembre 2013

Una giornata no

Le persone deludono. Non è propriamente una opinione personale quanto un dato di fatto, qualcosa che viene dall'osservazione sperimentale della realtà. A quanto pare è una tara del genere umano. Prima o poi qualcuno farà qualcosa che mi farà letteralmente cadere le palle. Tanto più se si tratta di persone che si considera vicine e amiche.
Se mi fido di qualcuno va sempre a finire che prima o poi ci faccio al figura dell'idiota. Però se non mi fido sono cattiva!
Magari è solo mia totale incapacità nel giudicare le persone. Magari è che la mia fiducia è mal riposta visto che la fiducia altrui mai viene riposta in me.
Decidere che fare, come comportarmi, come cambiare (ancora) il mio punto di vista è una cosa che mi sfinisce solo col pensiero e mi rattrista.
Tant'è che oggi è proprio una brutta giornata anche se è sabato e sono a casa e non lavoro e fuori c'è il sole.
Un dolce. Perchè in questi casi è praticamente obbligatorio per tirarsi un po' su.  Leggero però, perchè anche se gli zibidei frullano come le eliche di un elicottero non è un buon motivo per rovinarsi la linea. Ricetta copiata chissà dove e quando e mai provata fino a oggi.
Soffice, con i mirtilli freschi dell'Abetone, che profumano deliziosamente e il cocco, per salutare l'ultimo giorno d'estate. Abbinamento insolito. Forse. Ma da provare per capire che i 2 frutti si sposano a meraviglia.





PLUMCAKE LEGGERO ai MIRTILLI e COCCO


Ingredienti:
uova
170 g zucchero
250 g farina 00 + 2 cucchiai
150 g yoghurt bianco magro
50 g olio di semi di girasole
150 g mirtilli freschi
3 cucchiai di farina di cocco
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale

Con le fruste lavorare le uova con lo zucchero fino a che non sono chiare e gonfie. Continuando a montare con le fruste aggiungere l'olio a filo (io uso un olio di semi perchè l'olio evo ha un sapore troppo forte che coprirebbe quello dei frutti) e poi lo yoghurt. Aggiungere anche il sale e la farina di cocco continuando a mescolare. Miscelare la farina con il lievito e aggiungerla gradualmente al composto di uova mescolando più delicatamente con un cucchiaio di legno. Cospargere i mirtilli con 2 cucchiai di farina (in questo modo durante la cottura del dolce i mirtilli non si depositeranno tutti sul fondo ma resteranno "sospesi" nell'impasto, distribuendosi uniformemente) e aggiungerli molto delicatamente all'impasto.
Foderare uno stampo da plumcake con della carta da forno bagnata e strizzata e riempirlo con l'impasto ottenuto.
Cuocere in forno caldo a 180°C per 40-45 minuti (fare sempre la prova stecchino), poi sfornare e lasciare raffreddare completamente prima di toglierlo dallo stampo ed eliminare la carta da forno.
Buon appetito!

Con questa ricetta partecipo al contest di L'alveare delle delizie

6 commenti:

  1. Ciao! la ricetta va benissimo! Se ti dicessi che sto per infornare un plumcake al cocco? Per la serie mi hai letto nel pensiero! ;-)
    Ecco il link per farti votare:
    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=627986437246437&set=a.622703901108024.1073741830.479850618726687&type=3&theater
    In bocca al lupo

    RispondiElimina
  2. Beh il tuo pensiero è assolutamente condivisibile, mi spiace che tu abbia avuto una delusione, ma hai fatto benissimo a consolarti con questo plumcake che dev'essere davvero delizioso, complimenti!
    Un abbraccione
    :-*

    RispondiElimina
  3. Ohi ohi, Jeggy, che tasto dolente hai toccato! Sono della tua stessa pasta e perciò mi strafogo con te di questo dolcetto. Scusami se non passo mai, sono già oberata di lavoro e quindi sono già di pessimo umore. Mi riprendo solo nel we così al lunedì faccio fatica tripla a tornare all'università.... Sai che mi fa sempre piacere leggerti e che ammiro il tuo modo di non piangerti addosso. Ti abbraccio forte, baci

    RispondiElimina
  4. Ciao carissima Jeggy :) Tanto piacere di conoscere te e il tuo bellissimo e goloso blog! Ho letto le tue parole e ti capisco benissimo, so cosa significa quando a pugnalarti alle spalle è proprio chi non ti aspetti! A volte mi sento dura, forse un pò cattiva, ma ho imparato a mie spese che la fiducia è una cosa troppo importante da regalare e difficilmente io dono la mia, ho imparato anche a farmi scivolare addosso certe cose e certe persone e devo dire che è molto meglio di prima! Comunque le giornate no le abbiamo tutti e vedrai che dopo questo golosissimo dolce tornerai di nuovo a sorridere! Ti seguo con piacere e ti invito a passare anche da me se ti va, a presto! :)
    http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

    RispondiElimina
  5. Una vera delizia, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  6. Una vera delizia, complimenti!!!!

    RispondiElimina