domenica 26 luglio 2015

Ispirazione cinematografica

Qualche mese fa mi è capitato di vedere un film che mi incuriosiva: Amore, cucina e curry.
Come dice il titolo, parla di India, una storia d'amore e cucina: tutti temi a me molto cari. Ad un certo punto al protagonista viene chiesto quale fosse il suo piatto preferito e la sua risposta mi ha lasciata perplessa. Il dahl. E che diavolo è questo dahl????
Si sa che sono curiosa, perciò mi sono informata, ho studiato e ho scoperto che il dahl è una tipica preparazione indiana a base di lenticchie e spezie. Ne esistono una miriade di versioni in base al tipo di lenticchie (circa 60 varietà in India, dove è probabilmente il legume più utilizzato), al tipo e quantità di spezie usate, alla presenza o meno del soffritto; può essere frullato o lasciato con le lenticchie intere, può essere servito come zuppa o come cremoso contorno. Insomma è qualcosa di veramente versatile e personalizzabile e non mi sono lasciata sfuggire l'occasione di provarlo. La mia versione prevede la presenza di un soffritto speziato da aggiungere prima di servire (tarka) e ho lasciato le lenticchie intere e abbastanza asciutte per poterle servire come contorno insieme a del pane naan.
Che dire? Era delizioso, anche servito freddo nei giorni successivi.



TARKA DAHL

Ingredienti (per il dahl per 3-4 persone):
350 g lenticchie secche (preferibilmente rosse)
olio di semi
1 pezzo di ginger fresco
1 carota
1 scalogno
1 pomodoro maturo
cumino in semi
semi di coriandolo
6 bacche di cardamomo
curcuma in polvere
garam masal
sale

Per il tarka:
1 scalogno
semi di senape
1 peperoncino verde
 olio di semi o ghee

Dahl: 
Preparare un trito con lo scalogno, la carota e il ginger sbucciati. Schiacciare le bacche di cardamomo con la parte piatta di un coltello e recuperarne i semi all'interno. Pestare insieme con un cucchiaino di semi di cumino e un cucchiaino di semi di coriandolo. Sciacquare le lenticchie sotto acqua corrente.
In una pentola scaldare un paio di cucchiai di olio di semi (o di ghee) e soffriggere a fiamma bassa il trito insieme ai semi di cardamomo, di cumino e di coriandolo. Attenzione a non bruciare le spezie! Dopo 2-3 minuti aggiungere le lenticchie scolate, un cucchiaino di curcuma in polvere, un cucchiaino di garam masala e il pomodoro tagliato a pezzi. Aggiungere anche 600 ml di acqua calda e lasciare cuocere con il coperchio molto lentamente per almeno un'ora, mescolando ogni tanto. Aggiustare di sale a fine cottura. Alla fine la consistenza dovrà essere quella di una crema soda: le lenticchie dovranno essere molto morbide e sfaldarsi parzialmente. Se lo si vuole servire come zuppa aumentare il quantitativo di acqua iniziale in cui cuociono i legumi.

Tarka:
Affettare sottilmente uno scalogno e il peperoncino. In una padellina molto piccola scaldare 2-3 cucchiai di olio di semi (o di ghee) e farvi rosolare per alcuni minuti o scalogno, il peperoncino e un cucchiaio di semi di senape fino a che non iniziano a scoppiettare. Anche in questo caso fare molta attenzione a non bruciare le spezie e a non abbondare con l'olio, che deve solo servire a estrarre gli aromi.

Servire le lenticchie, calde o fredde a piacere, dopo avervi versato sopra il tarka a insaporire ulteriormente il tutto accompagnando con naan.
Buon appetito!


1 commento:

  1. Mi sa che è proprio buono!!!!!!!!!!!!!!! adoro le lenticchie! baci e buon lunedì .-*

    RispondiElimina