domenica 10 novembre 2013

Il tempo dei finocchi

C'era una volta il tempo delle mele. Sophie Marceau. Le cotte adolescenziali. La torta di mele a merenda durante i cartoni animati.
Tempi passati e nostalgici, senza dubbio. Per me, adesso, è il tempo dei finocchi. Con la loro sofisticata dolcezza non sono certo amati da tutti i palati ma, attualmente, li preferisco di gran lunga alle mele. Per di più l'orto ne è pieno: dalla finestra riesco a vedere un sacco di rigogliosi ciuffetti verde chiaro crescere e nascondere questa candida verdura.
Anche il maschio alfa, uomo di larghe vedute come pochi altri, da qualche anno ha scoperto la croccantezza del finocchio (uno dei suoi tanti tabù alimentari che però è riuscito a superare) e riesce ad apprezzarlo sia crudo che cotto.
Data l'abbondanza ecco quindi che nasce la necessità di variare il più possibile il modo in cui gustarli, in particolar modo cotti, visto che le temperature stanno scendendo e si sente più la necessità di qualcosa di caldo e confortante.
Mi sono inventata questa ricetta che si prepara in un battibaleno e che sta diventando uno dei miei più frequenti pranzi da portare a lavoro. Trovo che sia molto allegra e solare grazie alla presenza della curcuma (ho scoperto di preferirla allo zafferano) che dona al tutto un meraviglioso color giallo e una delicata nota speziata, che non guasta mai.





FINOCCHI alla CURCUMA


Ingredienti:
1 finocchio (femmina, se si vuol essere pignoli, che è più adatto ad essere cotto)
1 spicchio di aglio
curcuma in polvere
olio evo
sale, pepe nero
ceci lessati (facoltativi)

Lavare bene il finocchio per eliminare il terriccio, poi tagliare via la parte verde e affettarlo abbastanza finemente. Sbucciare e tritare lo spicchio di aglio, poi soffriggerlo appena in una padella insieme a un paio di cucchiai di olio evo. Prima che l'aglio inizia bruciare e diventare marrone aggiungere il finocchio tagliato e spadellarlo a fiamma vivace un paio di minuti. Condire con una presa di sale, poco pepe nero e mezzo cucchaino di curcuma (ne basta poca perchè è veramente molto colorata! Non a caso contiene curcumina che in passato veniva usata anche come colorante per le stoffe) e lasciare cuocere a fiamma bassa per una decina di minuti mescolando ogni tanto. A me piace che il finocchio rimanga leggermente croccantino: se lo si preferisce più morbido basta aumentare di qualche minuto il tempo di cottura.
Per avere un piatto unico completo spesso aggiungo anche un po' di ceci già lessati (quantità a piacere secondo la disponibilità) un paio di minuti prima di spengere il fuoco, in modo che si insaporiscano.
Servire caldi.
Buon appetito!

7 commenti:

  1. Ma che buona ricetta, anche a me i finocchi piacciono e con i ceci poi mi conquistano!!! Un abbraccio a presto

    RispondiElimina
  2. Io adoro i finocchi cotti!!!! e non ci crederai sere fa.. li ho fatti anche io con la curcuma!!!!! baci e buon lunedì ;-)

    RispondiElimina
  3. mi piacciono molto, salutari e ghiotti!!

    RispondiElimina
  4. La curcuma è benefica e i finocchi li adoro...
    A proposito, volevo contattarti in privato ma non trovo un tuo riferimento mail... mi aiuti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Se vuoi contattarmi il mio indirizzo mail è jeggy@tiscali.it!
      Aspetto tue notizie!

      Elimina
  5. anche io adoro la curcuma ed oltretutto fa molto bene alla salute!!!

    prendo nota, anche da noi abbondano i finocchi nell'orto!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Jeggy, sono talmente colorati che non sembrano nemmeno finocchi!!! Anch'io li adoro... buon inizio settimana!!!

    RispondiElimina