martedì 15 aprile 2014

Ready to go

Sarà una Pasqua ben strana per me: mentre tutti staranno festeggiando con prelibati manicaretti io sarò...tra le nuvole! Dopo la Florida, nel 2012, e l'estremo Oriente l'anno scorso, quest'anno dove potevamo andare? Anche stavolta la meta è lontana, molto lontana. Dopo esser stati molto a Ovest e molto a Est, non potevamo che dirigerci molto a Sud! Giù, giù fino in Sudafrica, con una puntatina in Zimbabwe. A quanto sento dire sembra essere una meta particolarmente ambita quest'anno. Sarà la mia prima volta in Africa e la mia prima volta in tenda: non inizio certo dalla parte più semplice! D'alta parte se sopravvivrò al campeggio in piena savana mi posso reputare pronta a tutto! Oltre all'avventuroso Safari mi aspettano le Cascate Vittoria, la Garden Route sulla costa sudafricana e, per finire, Cape Town con la sua Table Mountain.
Ormai siamo pronti: passaporti, vaccini, scartoffie varie e una scorta di antizanzare e antiparassitari tale da disinfestare metà continente. Sia mai che qualche schifoso insettaccio solo pensi di avvicinarsi!
Sento proprio il bisogno di una vacanza, di partire, e per due settimane non ci sarò per niente e nessuno, perciò buona Pasqua a tutti! Tornerò a maggio...se i leoni non mi sbraneranno!
Ricette sudafricane non ne ho (non ancora, per lo meno) anche se ho intenzione di assaggiare tutte le bestiacce che mi verranno messe nel piatto (purchè ben cotte!). Antilopi, coccodrilli, zebre, kudu....voglio provare tutto! Invece mi accomiato con un banalissimo pollo, che poi tanto banale non è, che volevo provare da anni e che mi è piaciuto tantissimo. Si prepara in poco tempo e gli ingredienti sono estremamente facili da reperire: niente roba strana ma tanto gusto tutto italiano. Ho volutamente utilizzato un taglio poco pregiato, le sovracosce: sono più economiche dei fusi o delle cosce ma hanno comunque un'ottima resa. In ogni caso è una ricetta che può essere felicemente portata a termine con soddisfazione con qualunque altra parte del pollo. Il maschio alfa se le è perse a causa di una cena di lavoro (e poi comunque ci sono i capperi non occultati.....non le avrebbe nemmeno toccate) e con grande sacrificio me le sono dovute mangiare tutte io...che lavoraccio! :-P



POLLO ai CAPPERI

Ingredienti (per 2 persone):
4 sovracosce di pollo
8-10 pomodorini
una manciata abbondante di capperi sotto sale
1 spicchio d'aglio
1/2 cipollotto fresco
farina
birra chiara
origano secco
olio evo
sale

Affettare il cipollotto. Sbucciare e schiacciare lo spicchio d'aglio. Soffriggere in un tegame l'aglio e il cipollotto con un paio di cucchiai di olio evo. Infarinare leggermente  le sovracosce spellate e rosolarle nel tegame su tutti i lati. Salare leggermente, poi sfumare con una tazzina di birra. Aggiungere i capperi, ben dissalati sotto acqua corrente, e una generosa spolverata di origano. Aggiungere anche i pomodorini tagliati a metà. Cuocere coperto a fiamma bassa per 25-30 minuti. Servire le sovracosce calde con il loro sughetto.
Buon appetito e buona Pasqua a tutti!!!